fb track
Dettaglio del Duomo di Prato
Photo ©Adam Nowek

Alla scoperta delle chiese più belle di Firenze, Prato e Fiesole

Idee per visitare alcune delle strutture religiose più significative della Toscana

Chi cerca una vacanza insolita all'insegna dell'arte, della storia e della spiritualità può scegliere tra le molteplici località della Toscana: un paradiso adatto a ogni gusto. Per unire tutte queste passioni in un solo itinerario, vi consigliamo alcune mete per un viaggio alla scoperta di chiese, santuari e luoghi della fede, tra le città di Firenze, Fiesole e Prato

Firenze
Battistero di Firenze
Battistero di Firenze - Credit: Jérôme Decq

Nel territorio di Firenze, partiamo dalla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, che comprende nel suo complesso il Battistero, il Campanile di Giotto, la Cupola del Brunelleschi (da ammirare sia all’esterno che all’interno), l’antica cattedrale di Santa Reparata e il nuovissimo Museo dell’Opera del Duomo – in cui è ricostruita a grandezza naturale la facciata incompiuta di Arnolfo di Cambio.

Al Duomo la città gigliata aggiunge la Basilica della Santissima Annunziata, il principale Santuario mariano di Firenze. La chiesa in questo caso per ricchezza e abbondanza delle decorazioni fa pensare – più che alla classica basilica toscana – ai templi cattolici di Roma, ed è proprio qui che i Medici, molto devoti all’icona custodita nella Cappella della Madonna, si erano fatti costruire un passaggio privato e una finestra segreta da cui contemplare l’immagine sacra.

L’ultima chiesa del territorio di Firenze è quella della Basilica di Santa Maria all’Impruneta, la cui origine affonda nella leggenda di un miracoloso ritrovamento. Si narra che quando si decise di costruire un tempio in onore della Vergine, le mura che venivano innalzate di giorno si disfacevano durante la notte. Le pietre furono allora caricate su un carro e quando i buoi si fermarono e si inginocchiarono si cominciò a scavare, in quel punto venne rinvenuta l’immagine e lì si riuscì finalmente a erigere l’edificio.

Fiesole
Duomo di Fiesole
Duomo di Fiesole - Credit: Enrico Caracciolo

Continuiamo il nostro pellegrinaggio passando sui colli di Fiesole, per visitare l’antico Duomo di San Romolo – eretto dal vescovo Jacopo il Bavaro nel 1028, e ampliato nel XIII secolo.

Prato
Duomo di Prato
Duomo di Prato

Concludiamo questo itinerario con la città di Prato. Nel centro medievale del borgo si potrà visitare il Duomo; per descrivere la cattedrale della città ci affidiamo alle parole usate da Curzio Malaparte in “Toscani maledetti”, certi di non poter fare di meglio:

“M’affaccio alla finestra, e sporgendomi un po’ di lato, m’appare la fronte marmorea del Duomo, a strisce bianche e verdi, il Pergamo di Michelozzo e di Donatello, appeso come un nido all’angolo della facciata, e il bel campanile che servì da modello al campanile di Giotto, ma più di quello è semplice, snello, e schietto: di pietra tagliata, di buona e liscia pietra pratese”.

&
Francigena e vie della fede