Adrenalina e brivido nei cieli della Toscana: lancio in tandem con paracadute

Cosa si fa di solito in un bel fine settimana d'estate? Abbiamo diverse opzioni: andare al mare in primis; sfuggire al caldo in qualche località della montagna; riposarsi su un lettino a bordo piscina oppure rifugiarsi in qualche centro commerciale con l'aria condizionata e approfittare dei saldi di fine stagione.

Ma se ne avete abbastanza di tutto questo e volete provare un brivido inedito, c'è solo un rimedio: la scuola di paracadutismo di Lucca. Il centro è un punto di riferimento per gli appassionati di lanci col paracadute, ma anche per chi ne subisce il fascino e non si è ancora messo alla prova.

In genere, chi decide di vivere la sua prima esperienza in tandem, ovvero accompagnato da un istruttore, crede che il suo compito sia quello di non fare altro che "assistere". Niente di più sbagliato. Dopo aver preso parte a una lezione teorica, agli allievi viene mostrato in cosa consiste lanciarsi con il paracadute: i movimenti, le posizioni da tenere e cosa è necessario fare. Tutte "piccole" attenzioni che in realtà sono fondamentali. La tuta, il casco, i guanti, gli occhiali e l'equipaggiamento vengono forniti dalla scuola stessa. L'adrenalina inizia a farsi sentire una volta che si sale sull'aereo. All'altezza di circa 4000 metri il portellone viene spalancato e non resta che lanciarsi! Dopo qualche secondo di caduta libera è il  momento di aprire  il paracadute e - lentamente - si ritorna al campo scuola.

La sensazione che si prova è veramente indescrivibile: dall'alto è possibile vedere la Versilia, il Lago di Massaciuccoli, le Mura di Lucca. In altre parole, si scorge la Toscana da un punto di vista alternativo e privilegiato. Vedrete che una volta toccato terra vorrete subito ripartire!