Villino Parva Domus Magna Quies
location_cityArchitetture

Villino Parva Domus Magna Quies

I molteplici passaggi di proprietà dell’edificio non hanno per nulla alterato il fascino di una delle residenze più attraenti della zona della Versilia

Viareggio

La villa fu costruita da Anacleto Moranti nel lontano 1880, ma fu Margherita Beaumont a divenirne proprietaria nel 1884. Un passaggio di mano che fece subire all’edificio un parziale ma fondamentale cambiamento: la sopraelevazione di un piano e un nuovo aspetto per la facciata. Ma i transiti di proprietà non terminano con la Beaumont; anzi, la villa passa poi nei beni di Alessandra Skeariatine e nel 1918 in quelli della famiglia romana dei Rosano. Sono proprio i Rosano a modificare ulteriormente la struttura, arricchendola in particolare di altre decorazioni. Nel dettaglio, la struttura è costituita da tre piani che danno all’insieme un netto stacco verticale, quasi in controtendenza rispetto allo sviluppo in profondità. Caratteristica peculiare, la facciata su cui spiccano decorazioni asimmetriche che si fondono alla perfezione con il timpano e il balconcino che sembrano figli di mode architettoniche orientali. Gli stessi richiami orientaleggianti si ritrovano anche sul prospetto dell’ultimo piano che riporta decorazioni di grappoli d’uva e foglie di vite. Ancora una volta, protagoniste assolute sono le ceramiche, con la loro austerità, bellezza e semplicità; ceramiche che, quasi onnipresenti, si ritrovano anche nei ricchi e fini arredamenti interni, dove dominano splendidi mobili in legno di noce.
(Articolo a cura dell' APT della Versilia)

Viareggio
Da un piccolo borgo di pescatori a una meta balneare tra le più note in Toscana, ecco la città del Carnevale
Il mare da una parte, le candide vette delle Apuane dall’altra, chi non ha mai visto la classica istantanea di Viareggio? Passeggiare tra le vezzose stradine del centro, prendere un gelato in Passeggiata o in pineta, spingersi al mare in Darsena o, ancor più là, verso la parte di spiaggia più selvaggia, la Lecciona - quasi a Torre del Lago; mangiare pesce in una delle tipiche trattorie di ...
Approfondiscikeyboard_backspace