Villino Amor Omnia Vincit
location_cityArchitetture

Villino Amor Omnia Vincit

Uno degli edifici più suggestivi e innovativi della Versilia, ancora ai giorni nostri conserva un fascino ammaliante ed indiscreto nello stesso tempo

Viareggio

La villa è uno dei primissimi esempi di residenza signorile in puro stile modernista, un edificio costruito sul lungomare che vide, nei primi del Novecento, il fiorire di molte abitazioni di lusso. Il villino, in particolare, è famoso perché presenta una delle prime decorazioni in ceramica di Viareggio, uscita dalle celebri Fornaci Chini di Borgo San Lorenzo. Galileo Chini, infatti, lascerà proprio nella cittadina versiliana le maggiori testimonianze di una personale arte, innovativa e molto seguita e ammirata. Per chi avesse tempo, e voglia, di passeggiare sul lungomare viareggino, non mancheranno di certo gli esempi di questo tipo di decorazioni, quasi a costituire un itinerario alla scoperta di una moda artistica che ha lasciato, in questo pezzo di Toscana, tratti e testimonianze indelebili. Ritornando al tipo architettonico del villino, la facciata porta incisi il nome del proprietario originale, Giovanni Brunetti, l’anno di costruzione, il 1909, il nome dell’edificio e il nome del decoratore. Ceramica e ferro battuto si trovano un po’ ovunque sull’esterno della struttura, alta tre piani e lineare nei tratti. Anfore, puttini, fiori ornano in particolare il sottotetto e, come già per il Villino Chizzolini, non mancano i richiami a motivi marinareschi. Particolari degni di menzione, sono i temi rinascimentali riprodotti in chiave moderna.
(Articolo a cura dell' APT della Versilia)

Viareggio
Da un piccolo borgo di pescatori a una meta balneare tra le più note in Toscana, ecco la città del Carnevale
Il mare da una parte, le candide vette delle Apuane dall’altra, chi non ha mai visto la classica istantanea di Viareggio? Passeggiare tra le vezzose stradine del centro, prendere un gelato in Passeggiata o in pineta, spingersi al mare in Darsena o, ancor più là, verso la parte di spiaggia più selvaggia, la Lecciona - quasi a Torre del Lago; mangiare pesce in una delle tipiche trattorie di ...
Approfondiscikeyboard_backspace