Villini Franchini a Lucca
location_cityArchitetture

Villini Franchini a Lucca

Lucca, 1907 - 1914. Oggi residenze private e non visitabili all'interno

Lucca

Si tratta di due villini molto simili tra loro.
In entrambi, come del resto nella maggior parte delle realizzazioni di quest'epoca a Lucca, i motivi caratterizzanti sono da ricercarsi più nelle soluzioni decorative che in quelle planivolumetriche, che ripetono schemi tradizionali di memoria classica.
L'elemento più significativo è la risoluzione ornamentale del prospetto principale, dove l'asse verticale costituito dal portone d'ingresso, sormontato dal terrazzo e con la relativa portafinestra che si apre su di esso, il tutto sottolineato da teste di drago poste lì come mute custodi per spaventare gli ospiti non attesi.
Di raffinato disegno è anche la ringhiera del terrazzo, che forma un motivo a coda di pavone.
Tra i due villini è di maggiore interesse quello ad angolo con la via San Marco, la cui facciata è inquadrata tra due lesene coronate dalla testa di Minerva.
Gli edifici sono residenze private e non sono visitabili all'interno.
(Articolo a cura della Provincia di Lucca).

Lucca
città monumentale protetta da grandiosi bastioni, custodi di tesori unici
In molti in Toscana considerano Lucca quasi un corpo estraneo, “non è Toscana” può capitare di sentir dire da qualche fiorentino che forse si riferisce al pane (che a Lucca è salato), alla lingua (con un lessico sicuramente singolare) o al fatto (che per altro contribuisce a spiegare gli altri due) che Lucca è l’unica fra le città-stato della regione da aver conservato la propria indipendenza ...
Approfondiscikeyboard_backspace