Villa Schifanoia
location_cityArchitetture

Villa Schifanoia

Una splendida residenza quattrocentesca costruita sui resti di un antico casale

Via Giovanni Boccaccio
Il nucleo principale della villa, d'origine quattrocentesca, appartenne alla famiglia Cresci fino al 1550. Nel tempo ha subito vari passaggi di proprietà, molte modifiche e aggiunte successive quali: la cappella gentilizia, costruita verso la metà del XIX secolo, l'ampio cancello da cui si diparte il viale che attraversa il giardino giungendo al portico d'ingresso del nucleo principale e la piccola costruzione su due piani detta la "villetta".

Nel 1927 questa tenuta divenne proprietà del ricco americano Myron Taylor, ambasciatore degli Stati Uniti presso la Santa Sede durante il pontificato di Pio XII. Taylor restaurò la villa per ospitare la sua collezione d'arte, e creò nell'ampio terreno verso il lato sud un bellissimo giardino all'Italiana a terrazze, suddivise in tre eleganti parterre bordati di bosso e disposte attorno a una serie di piccole fontane. Il bel giardino formale è animato da statue, decorazioni a spugne, piccole vasche e fontane, di cui una sulla terrazza superiore segna la divergenza dall'asse principale. Nel 1986 è stata acquistata dallo Stato Italiano ed adibita a Istituto Universitario Europeo.

Il giardino all'italiana è organizzato su tre terrazzamenti a livelli diversi, collegati da scalinate in pietra e decorati da altrettanti parterre elegantemente bordati di bosso e disposti attorno a una serie di piccole fontane. Statue, decorazioni a spugne, piccole vasche e fontane arricchiscono l'insieme, che è racchiuso da quinte di cipresso.
Fiesole
Antichissima città etrusca, rifugio degli uomini di lettere e degli amanti dell’arte
Una delle mete preferite da chi vuole scoprire un angolo di Toscana classica eppure silvestre e vicinissima alla città è da sempre Fiesole, dal cui colle è indimenticabile la vista sulla città del Giglio. ...
Approfondiscikeyboard_backspace