Villa Fanucchi
location_cityArchitetture

Villa Fanucchi oggi Guerrieri a Lucca

La villa si deve all'Architetto Gaetano Orzali (autore del Villino Malerbi oggi Dinelli), che la progettò nel 1910

Via matteo civitali 143

L'edificio ha pianta articolata sullo schema del rettangolo e si alza su più livelli, il più alto dei quali è costituito da una torretta coperta a padiglione. Le restanti coperture sono parte a terrazza e parte a padiglione con manto in tegole marsigliesi.

Il prospetto principale, che si affaccia sulla via Civitali, è caratterizzato da un corpo avanzato e coperto da una terrazza cinta da un parapetto di colonnine dipinte a smalto. Un altro terrazzo, su mensole e racchiuso da una ringhiera in ferro battuto, sormonta la porta d'ingresso.

Tutte le aperture della facciata principale sono sottolineate da ogni lato da fasce intonacate in leggero aggetto; lesene a bozze di intonaco decorano anche i due angoli estremi di questo prospetto.
Le quattro facciate della torretta sono connotate da portefinestre con vetrate a tasselli colorati che si aprono su un piccolo terrazzo poggiante su mensole e cinto da un parapetto di colonnine.

Di notevole interesse è il cancello di ingresso alla proprietà, capolavoro in ferro battuto che ricalca motivi tipici del decorativismo di inizio secolo. La villa è una residenza privata e non è visitabile all'interno.

Lucca
città monumentale protetta da grandiosi bastioni, custodi di tesori unici
In molti in Toscana considerano Lucca quasi un corpo estraneo, “non è Toscana” può capitare di sentir dire da qualche fiorentino che forse si riferisce al pane (che a Lucca è salato), alla lingua (con un lessico sicuramente singolare) o al fatto (che per altro contribuisce a spiegare gli altri due) che Lucca è l’unica fra le città-stato della regione da aver conservato la propria indipendenza ...
Approfondiscikeyboard_backspace