Villa di Galceto
location_cityArchitetture

Villa di Galceto

La dimora viene costruita da F.M.G. Buondelmonti nel XVIII sec

Montemurlo
Avvicinandosi al paese dalla via Montalese, il località Bagnolo, quando le case si diradano e lasciano ancora un poco spazio alla campagna vediamo, annunciata dall'oratorio di S.Isidoro, la villa di Galceto (non visitabile) che possiamo agevolmente oservare, rialzata com'è dal piano stradale, sulle ultime pendici del Monferrato.
 

La facciata è lineare ed elegante, a tre ordini di finestre, enfatizzata da un doppio scalone in bugnato liscio aperto da un portale; sul ballatoio, l'ingresso alla casa, leggermente rientrato è abbellito da tre archi incorniciati tra lesene concluse da capitelli ionici; statue delle 'Quattro Stagioni' decorano la copertura.

La dimora viene costruita da F.M.G. Buondelmonti nel XVIII sec. Su un'antica casa molto deteriorata. La villa passa poi di mano per eredità o vendite fino a giungere alla famoglia Doupoy di Livorno che lascia memoria di sé a Montemurlo per la sua generosità. Una curiosità: la casa accolse, quale passeggero ospite estivo, il poeta Giosuè Carducci che ne ammirò la bellezza e la comodità.

(Fonte: Comune di Montemurlo)



 

Montemurlo
In viaggio colline della Valle del Bisenzio
Montemurlo è una moderna cittadina che negli ultimi 30 anni, ha subito un notevole sviluppo industriale e demografico con conseguenti modifiche per l'economia, il territorio e la cultura. Il territorio comunale si estende per 30, 66 kmq ed ha una popolazione di 18.373 abitanti (2008). Fanno parte del comune le località di Bagnolo e Oste. ...
Approfondiscikeyboard_backspace