Villa Ada a Bagni di Lucca
location_cityArchitetture

Villa Ada a Bagni di Lucca

Bagni di Lucca, località Bagno alla Villa, datazione edificio: XVI secolo, rifatto nel XIX; datazione giardino: XIX secolo

Bagni di Lucca

La Villa Ada a Bagni di Lucca è il risultato di un intervento ottocentesco su strutture tardo rinascimentali. Ha una pianta irregolare perché per la sua costruzione sono stati accorpati più edifici nel corso del tempo. Le due alte torri esagonali, che danno alla villa il suo caratteristico aspetto, furono aggiunte nell'ottocento.
Un ampio portico si apre alla base della torre esagonale centrale, mentre ai piani superiori sono presenti dei balconi con porte-finestre ad arco. Le finestre, decorate con cornici di pietra grigia, sono disposte a intervalli regolari sulla facciata, che ha un intonaco di colore ocra. L'ingresso della villa, con le grandi vetrate, la scala e i pavimenti in marmo, costituiva l'ambiente di rappresentanza dell'edificio.
Il giardino è un grande parco di gusto romantico. Il lungo viale di accesso alla villa si snoda in un bosco in cui erano stati realizzati arredi da giardino particolari. Oltre alle grotte artificiali in pietra calcarea, rimane ancora qualche traccia degli "arbours", strutture architettoniche interamente costituite da piante di alloro, che coprivano con rami e foglie alcuni sedili in pietra. I sentieri avevano delle interessanti ringhiere in ferro battuto, che riproducevano le forme di rami intrecciati; ne rimangono alcuni pezzi in una zona poco accessibile nella parte bassa del parco. Dalla villa si accede ad un terrazzo da cui si gode un notevole panorama sulla valle. Da qui un sentiero conduce a un pergolato e prosegue poi verso una buia grotta artificiale, in un percorso che doveva offrire al visitatore le diverse emozioni del pittoresco.
(Articolo a cura della Provincia di Lucca).

Bagni di Lucca
Un raffinato centro termale famoso in tutta Europa
Probabilmente note fin dall’antichità romana, le sorgenti termali di Bagni di Lucca acquistarono grande rinomanza nell’XI secolo, ai tempi della contessa Matilde di Canossa, sino a diventare durante l’Ottocento una delle più eleganti stazioni termali d’Europa. ...
Approfondiscikeyboard_backspace