etruschi
person_pin_circleVisite

Viaggio nell'antichità Etrusca e Romana di Firenze

Attività, laboratori e percorsi pensati per gli studenti

Fiesole
Un itinerario per tornare fino ai tempi degli Etruschi e dei Romani. Dall'Area archeologica di Fiesole fino alle tracce romane nel cuore di Firenze, portate i vostri studenti in un viaggio indietro nel tempo. Non solo guide visitate ma vi aspettano anche tante attività per imparare la storia in modo divertente.

Musei di Fiesole
Minerva e Persefone svelano Fiesole etrusca  - Due guide di eccezione per una visita all’antica cittadina dell’etruria settentrionale che raggiunse il suo massimo sviluppo intorno al IV secolo a.c.: Minerva e Persefone. Il culto di Minerva Medica era tempio a cella centrale con alzato in muratura che è stato scoperto e portato interamente alla luce tra gli anni 1955 e 1965 in prossimità delle mura settentrionali. È uno dei pochi templi ancora oggi noti in etruria di cui si conservi l’elevato. A tutt’altro culto era invece dedicato l’altro tempio noto a Fiesole che, posto sul versante meridionale, dirimpetto alla pianura a.C. nella valle dell’Arno 90 a.c.: l’esercito romano guidato da Marco Porcio catone conquistò cominciava così il processo di giulio cesare ma effettivamente fondata praticato in un dell’arno, era invece dedicato ai morti e alla regina che su di essi, insieme al consorte ade, vegliava: Persefone. Lei sarebbe poi tornata, per un breve periodo, col nome di Proserpina, tra i vivi rimarcando così il periodico alternarsi delle stagioni. Queste due divinità, dopo aver presentato le loro rispettive dimore, ci condurranno nella cittadina etrusca sollecitando la nostra curiosità e facendoci conoscere alcuni aspetti della vita di tutti i giorni.

Faesulae e Florentia: la crisi del I secolo a.c nella Valle dell'Arno - 90 a.c.: l’esercito romano guidato da Marco Porcio catone conquistò Fiesole che entrò così nell’orbita di Roma. Cominciava così il processo di “romanizzazione” della città e del territorio. La deduzione di questa colonia, decretata da qualche decennio dopo, fu decisa proprio al fine di una redistribuzione delle terre di quell’area ai veterani: questo significò davvero una significativa rivoluzione anche per tutto il territorio fiesolano e per l’economia dell’antica cittadina etrusca. L’itinerario di visita comprende non solo l’area archeologica e il Museo ma anche quei luoghi nei quali sono stati ritrovati resti romani significativi per comprendere il rapporto tra le nuove presenze romane e il mondo etrusco preesistente: una visita globale quindi che investe tutta l’area della città con particolare riguardo alla zona centrale (area del Foro, campidoglio e Basilica) e a quella dell’acropoli. [Guarda il video su Fiesole]

Associazione Musei dei Ragazzi
In città: Alla scoperta della Florentia romana
- Anche Firenze è stata fondata dai Romani, nel primo secolo avanti cristo. Ma oggi la città non mostra alcun monumento di queste antiche origini. edifici medievali, rinascimentali, ottocenteschi spiccano incontrastati nel panorama urbano. Esiste tuttavia una Firenze nascosta che consente di scoprire l’antica Florentia. La città romana celata si legge: nell’intreccio regolare delle strade del centro storico; nella permanenza di toponimi che rimandano a luoghi di venti secoli fa; nella posizione della grande piazza della Repubblica come fulcro, delle vie Roma e corso; nell’aspetto insolitamente cilindrico di un’antica torre medieval. Il percorso in città si snoda attraverso questi luoghi, dove i ragazzi - come detective della storia - scoprono le tracce e gli indizi di questo lontano passato.

In città e in Palazzo Vecchio: Ludi a Florentia: giochi e spettacoli in città - Nell’antica Roma, in occasione di determinate festività religiose, si usavano effettuare giochi gladiatori, spettacoli teatrali e competizioni equestri. Anche a Florentia le attività di intrattenimento del popolo – quelle che giovenale sintetizzava nella felice locuzione “panem et circenses” – avevano i loro luoghi deputati: l’anfiteatro, posto al di fuori della cinta muraria, vicino a dove oggi sorge la chiesa di santa croce; il teatro, collocato ai margini della città, al di sotto di Palazzo Vecchio. Il  percorso in città conduce alla scoperta del perimetro dell’antico anfiteatro, facilmente leggibile dall’andamento curvilineo degli edifici che si affacciano sulle vie Torta, de’ Bentaccordi e su Piazza de’ Peruzzi. La visita si conclude nei resti del teatro romano, nei sotterranei di Palazzo Vecchio, emersi durante diverse campagne di scavo, l’ultima delle quali si è conclusa quest’anno.

MUDI Museo degli Innocenti
C’era una volta un gioco...La storia dei bambini della Fiorenza Romana raccontata attraverso i loro giochi - Il gioco diventa veicolo, un modo coinvolgente di conoscere la storia antica. L’attività inizia con una introduzione generale su giochi e giocattoli del passato, viene poi effettuata un visita guidata al Museo nazionale archeologico per osservare reperti che documentano i giochi dell’antichità e la vita quotidiana dei bambini nella Firenze romana: bulle di riconoscimento, sonagli, giocattoli, pedine, dadi, oggetti rituali legati all’infanzia.
L’attività si conclude con un laboratorio, agli insegnanti verranno fornite delle dispense con la storia e le regole di famosi “giochi da tavolo” praticati nell’antica Roma, mentre i ragazzi realizzeranno il sacchetto le pedine e un tavoliere, corredo per ogni bambino dell’antica Florentia, potendo così giocare come i loro coetanei vissuti in questo lontano passato.

Museo Comunale del Figurino Storico di Calenzano
La vita del legionario romano e l’organizzazione del territorio - La grande via consolare cassia clodia attraversa il territorio fiorentino e viene percorsa da mercanti e legionari, questi ultimi sono i protagonisti dell’organizzazione del territorio. I legionari che avevano seguito cesare in gallia, al loro ritorno, dopo 25 anni di onorata carriera ricevono terra, sementi e denari: il territorio viene così diviso in appezzamenti (centuriazione). L’attività prevede la ricostruzione dei principali momenti nella vita del legionario romano di età imperiale. Inoltre, saranno considerati i legionari quali protagonisti dell’organizzazione del territorio con riferimento a tracce ancor oggi visibili e spesso all’origine di attuali toponimi. Sarà realizzato un laboratorio per mostrare la costruzione di un accampamento forte romano a guardia dell’Arno.
Fiesole
Antichissima città etrusca, rifugio degli uomini di lettere e degli amanti dell’arte
Una delle mete preferite da chi vuole scoprire un angolo di Toscana classica eppure silvestre e vicinissima alla città è da sempre Fiesole, dal cui colle è indimenticabile la vista sulla città del Giglio. ...
Approfondiscikeyboard_backspace