La fontana di Vaiano - Provincia di Prato
crop_originalOpere d'arte

Vaiano, svetta la fontana dedicata al fiume Bisenzio

Un simbolo storico che si consolida nella memoria, frutto della creatività di insegnanti e studenti dell'Istituto d'Arte di Sesto Fiorentino

Vaiano

Come pietre preziose vibrano sullo sfondo smaltato della fontana di Vaiano venature di acquemarine, turchesi, quarzi rosa e ametiste intervallate da feritoie rotondeggianti da cui l'acqua zampilla. Per chi percorre la statale, risalendo da Prato, la fontana si innalza all'ingresso di Vaiano, sinuoso monolite in gres, alto quattro metri, ideale allusione al vicino fiume Bisenzio, dal cui letto sembra prendere forma.
In qualunque luogo si trovi, una fontana rappresenta per il territorio circostante un simbolo storico duraturo che si consolida nella memoria e testimonia la volontà di occuparsi, anche da un punto di vista estetico, degli spazi che caratterizzano la città.
L'Istituto Statale d'Arte di Sesto Fiorentino e Montemurlo che, grazie all'impegno dei suoi allievi e dei suoi professori, ha ideato e realizzato la struttura in ceramica dimostra, smentendo il preconcetto di una scuola pubblica vecchia ed immobile, come, con fatica e passione, si possano attivare percorsi educativi nuovi e originali.
Un'unione, dunque, che testimonia come sia proficua la collaborazione di enti che, pur con finalità diverse, sono accomunati dallo stesso legame con il territorio.

 

Vaiano
Da scoprire: la Badia di San Salvatore ed il suo Museo
Vaiano è il centro più importante della Val di Bisenzio. Di origine romana, il primo nucleo abitativo rilevante si sviluppò prima del Mille nella zona della Badia.Con la possibilità di sfruttare le acque del fiume come energia idraulica e come ausiliare delle lavorazioni, vi si installarono fin dal Medioevo mulini, gualchiere, cartiere e fonderie e dalla seconda metà dell'Ottocento la ...
Approfondiscikeyboard_backspace