Lupo
natureElementi naturalistici

Tra le montagne sulle orme del lupo

Emozioni tra le montagne alla ricerca di daini, aquile, caprioli e del più grande predatore: il lupo

Valtiberina

C’è una porta immaginaria al di là della quale entriamo nel mondo degli ungulati e dei predatori che vivono nei boschi della Valtiberina. Per varcarla basta risalire dalla valle fino agli Appennini, nel tratto compreso tra il Monte dei Frati (1.453 m) e il Monte Mag-giore (1.384 m), dove si estende la Riserva Naturale dell’Alpe della Luna. è l’habitat naturale di ungulati quali il cervo, il daino, il capriolo e il cinghiale, di predatori come la volpe e la faina, di alcuni esemplari di aquila reale e di piccoli animali quali la donnola, il tasso, l’istrice, la lepre.

Ma soprattutto questo “regno degli animali” è simbolicamente dominato da uno dei predatori più misteriosi e inavvicinabili. è il lupo, che ha sempre popolato l’immaginario collettivo e in Valtiberina toscana ha una maggiore concentrazione nelle aree dominate dall’Alpe della Luna, dall’Alpe di Catenaia e dal Sasso di Simone. In censimenti realizzati annualmente, si è potuto verificare che proprio in queste zone, a livello nazionale, si ha una delle più elevate concentrazioni di questo animale.Incontrarlo o ascoltare il suo ululato, come ci racconta chi più volte è andato a cercarlo nei boschi, è davvero un’emozione. è nei mesi di luglio, agosto e settembre che è possibile vivere questa esperienza, nel cuore della notte accompagnati da una guida ambientale appostati in queste montagne per sentire i ripetuti richiami del predatore. Ripetuti richiami che si possono udire anche di altri mammiferi. Soprattutto nelle stagioni degli amori, al pari del lupo, in settembre al crepuscolo è possibile sentire il bramito del cervo, che mette quasi timore per il suo vigore, oppure il più tenue abbaio del capriolo. Avvistare la fauna non sempre è facile, in molti casi oltre a udire i suoni è possibile scorgere e cercare le loro tracce. A volte se si ha fortuna, siamo silenziosi e rispettosi dell’ambiente possiamo anche fare un fugace incontro. L’aquila reale e il lupo sono certamente riservati a pochi fortunati e raffinati escursionisti, mentre gli ungulati sono più facili da vedere. I caprioli, che in Valtiberina sono molto numerosi, possono essere avvistati specialmente la mattina presto o al tramonto mentre pascolano nei prati. Il daino e il cervo sono più difficili da incontrare, in estate escono per lo più di notte, mentre in inverno a volte si possono avvistare anche di giorno quando pascolano al sole. L’incontro con un grande animale crea sempre suggestione, ma anche la vista di animali più sconosciuti può far battere il cuore. All’interno della Riserva Naturale Alpe della Luna, nel Comune di Badia Tedalda, si trova la Grotta della Tabussa, un’apertura naturale scavata nei secoli da acque sorgive dove con un po’ di fortuna si può incontrare il geotritone, un anfibio di colore scuro tappezzato da macchie rosse che non esce mai al sole e vive solo nelle zone umide all’interno delle grotte.Per chi ha a disposizione poche ore e sceglie di spostarsi con l’auto, facendo delle soste per muoversi a piedi, un itinerario durante il quale si potrebbero avvistare caprioli, cinghiali, daini e volpi è quello che parte da Badia Tedalda, prosegue per Rofelle, Montebotolino, Fresciano, Svolta del Podere per poi fare ritorno a Badia Tedalda.Parco Faunistico di Ranco Spinoso. A 4 km da Sestino esiste il Parco Faunistico di Ranco Spinoso, un’area recintata di circa 100 ettari che ospita la fauna tipica degli Appennini. L’area è attrezzata con punti di osservazione costituiti da appositi palchi da dove scrutare e fotografare la fauna. In Valtiberina sono disponibili guide ambientali per accompagnare i turisti a fare birdwatching alla diga di Montedoglio ed escursioni sulle tracce della fauna sull’Alpe della Luna. L’esperienza di ascolto degli ululati del lupo è possibile da luglio a settembre e viene svolta dal crepuscolo alle 2 di notte. Il bramito del cervo è possibile ascoltarlo nel mese di settembre con attività dalle ore 21 alle 24.