Piazza San Pietro a Cascia
Quartieri, strade e piazze

Piazza San Pietro a Cascia

La bellissima Pieve di San Pietro di architettura romanica ospita il "Trittico di San Giovenale" di Masaccio

Reggello
La Pieve di S. Pietro a Cascia fu edificata per volontà della contessa Matilde di Canossa tra il X e il XI secolo. Conservata perfettamente, grazie anche ai sapienti restauri, costituisce un esempio tipico di architettura romanica. Davanti alla chiesa si apre un arioso portico, il solo fra tutte le chiese romaniche della zona rimasto nella sua forma originale. Sulla destra si erge la massiccia torre campanaria, a pianta quadrata, strutturata e rivestita in pietra serena che, secondo gli esperti, potrebbe essere stata una torre del "Castelvecchio" dei Conti Guidi (VII sec.) o una torre di guardia dei longobardi (VI sec.).
 Fortemente consigliata la visita all’interno della pieve, dove si possono ammirare i capitelli della prima, terza e quinta colonna a destra che riportano teste scolpite di animali e di uomini, figure di significato allegorico, elementi decorativi tipici dell'arte romanica.
Inoltre, nella navata di sinistra si può ammirare il "Trittico di San Giovenale" di Masaccio, riscoperto nel 1961 in pessime condizioni di conservazione nella chiesetta di San Giovenale, per la quale era stato commissionato dalla famiglia Castellani. Diversi studi ipotizzano che questa tavola sia uno dei primi lavori di Masaccio ed una delle più rappresentative del primo rinascimento.
(Fonte: Comune di Reggello)
 
Reggello
È un comune ricco di ville e castelli, conosciuto soprattutto per l'Abbazia di Vallombrosa e per la Mostra dell'Olio
Il comune di Reggello si estende nella montagna fiorentina , dal versante nord-occidentale del Pratomagno al Valdarno Superiore. Antica podesteria medievale con il nome di Cascia, ha raggiunto l’attuale assetto territoriale nel 1840, quando gli vennero annesse le parrocchie di San Clemente e di Santa Maria a Sociana. ...
Approfondiscikeyboard_backspace