fb track
Vista sulle Colline Metallifere
Photo ©Photo Graphic Studio
natureElementi naturalistici

Il Parco delle Colline Metallifere Grossetane

Un viaggio nella storia mineraria di un territorio antico

Map for 43.183333,10.933333
Colline Metallifere
Unnamed Road, 53030 Radicondoli SI, Italy

Il Parco Nazionale della Colline Metallifere Grossetane nasce per preservare la storia lunga 3 millenni della metallurgia e delle attività estrattive svolte in questo territorio che comprende sette comuni: Follonica, Gavorrano, Massa Marittima, Montieri, Monterotondo Marittimo, Roccastrada e Scarlino.
Il percorso di archeologia industriale offre ai visitatori l'opportunità di accostarsi a un patrimonio molteplice, dove la storia, l'arte, l'ambiente, la tecnica e le diverse culture del lavoro che si sono succedute diventano gli elementi di una complessità che il Parco cerca di valorizzare.
Il tema conduttore è la riscoperta delle tracce delle miniere e il lavoro nel sottosuolo. Inevitabilmente nel viaggio attraverso queste terre si sovrappongono una natura straordinaria e testimonianze di cultura di grande interesse.

Il Parco
Il Parco - Credit: Emma C.

L'originalità del Parco è dovuta al suo carattere multitematico: il suo pregio e la sua attrattiva dipendono da un'offerta molteplice di temi di interesse, legati all'archeologia etrusca e medievale, all'archeologia industriale, al patrimonio naturalistico e ambientale, al patrimonio storico-architettonico (centri storici, castelli) e al paesaggio.
In ogni comune coinvolto si trova una "Porta del Parco", con un centro di informazioni dove sono organizzate visite guidate ed itinerari speciali.
Per scoprire il Parco ci sono diversi percorsi speciali, legati ai luoghi di estrazione dei minerali (ferro, allume, lignite, pirite, rame e argento) o a temi specifici, come i castelli, le miniere, la metallurgia e la geotermia a Monterotondo Marittimo.

Info: parcocollinemetallifere.it 

Follonica
Una perla incastonata in un golfo mozzafiato
Follonica è situata al centro di un bel golfo cui dona il nome, compreso tra il promontorio di Piombino e Punta Ala, e davanti al quale si trova l’Isola d’Elba. Sin dall’antichità la cittadina è stato un centro famoso per la lavorazione del ferro e della ghisa, tant’è che il suo nome prende origine dai fulloni, gli antichi mantici dei forni fusori. ...
Approfondiscikeyboard_backspace