Il parco di Agliana
natureElementi naturalistici

Panorami sul parco di Agliana

Uno scorcio di paesaggio per rilassarsi

Agliana
Nel 1989 è stata rinaturalizzata l'area dove sorgeva la cava Frosini e la fornace di mattoni in terra cotta. La cava è stata trasformata in un lago e questo ambiente umido fa si che ci siano molte varietà di animali e piante. Fra gli uccelli si notano sopratutto uccelli acquatici migratori come cigni, anatre e oche. Nel lago sguazzano pesci di grandi dimensioni come carpe, cavedoni e carassi. Una grande sorpresa è scorgere sulla riva la tartaruga dalle orecchie rosse, originaria dalla Florida. Per quanto riguarda la vegetazione, il parco è ricco di lecci, pioppi, salici, querce, salici e un albero di tulipani, curiosa pianta dell'America del nord.

Questo oltre che un ambiente naturalistico interessante è anche un luogo di svago e di relax per i cittadini e visitatori. Nella stagione estiva si ha il Gugno Aglianese, un cartelloneche organizza varie manifestazioni:eventi culturali, sportivi e di folklore, da queli per i giovani ai quelle piùà tradizionaliste. Esempi possono essere mostre d'arte, concerti, teatro e festivals. C'è anche uno spazio dedicato ai bambini con spettacoli, giochi gonfiabili e luna park.


 
Agliana
Frazioni a misura d'uomo e oasi naturali nel cuore piana pistoiese
Il territorio di Agliana, dalla singolare forma quadrilatera delimitata dal corso dei torrenti Bure, Calice, Ombrone e Brana, si declina nella presenza e nella vitalità delle frazioni di Spedalino, San Piero, San Niccolò e San Michele, non essendo Agliana altro che il toponimo che definisce l’intera compagine comunale. ...
Approfondiscikeyboard_backspace