Palazzo Giorgi a Lucca
location_cityArchitetture

Palazzo Giorgi a Lucca

Progetto del 1912 dell' Ingegnere Virginio Paolinelli oggi residenza privata

Lucca

Il palazzo, a pianta trapezoidale, si sviluppa su quattro piani più la cantina, e ha tetto a padiglione con manto di tegole marsigliesi. Il prospetto principale, quello orientato a nord, è caratterizzato da un'assoluta simmetria. Su di esso si apre uno dei due ingressi principali, entrambi costituiti da un portone in legno intagliato con una disegno di rosette con stelo rettilineo e scanalato. Ai lati di ognuno di questi si aprono quattro finestre, due per parte, bipartite da un pilastrino a sezione quadrata, che supera l'architrave terminando con un altorilievo rappresentante un volto di demone a livello della cornice marcapiano tra piano terra e primo. L'architrave è decorato con elementi a forma di conchiglia. Tra un'apertura e l'altra la facciata presenta una decorazione a finto bugnato.
Le finestre del primo piano, anch'esse intervallate dalla decorazione a finto bugnato, sono inquadrate da piedritti e davanzali in leggera sporgenza, sotto i quali è un rettangolo caratterizzato da un motivo a scacchiera.
Le finestre del secondo piano hanno davanzali importanti, percorsi orizzontalmente da nervature e appoggiati su mensole in mezzo alle quali trovano posto festoni di frutta e di fiori in bassorilievo. Una figura maschile e una figura femminile in altorilievo, che sorreggono una fascia fittamente decorata, completano l'incorniciatura delle finestre. Tra queste vi sono delle lesene recanti al centro uno scudo unito ai davanzali con nastri.
Le aperture del terzo piano hanno un architrave decorato a motivi quadrangolari e sono unite, nella parte superiore, da un motivo a catena. Tra l'una e l'altra, a partire dal livello dei davanzali, si elevano le mensole del sottogronda, caratterizzate da un motivo a tortiglione nella parte centrale, da foglie di acanto nella parte inferiore e da volti umani in quella superiore.
L'edificio è una residenza privata e non è visitabile all'interno.
(Articolo a cura della Provincia di Lucca).

Lucca
città monumentale protetta da grandiosi bastioni, custodi di tesori unici
In molti in Toscana considerano Lucca quasi un corpo estraneo, “non è Toscana” può capitare di sentir dire da qualche fiorentino che forse si riferisce al pane (che a Lucca è salato), alla lingua (con un lessico sicuramente singolare) o al fatto (che per altro contribuisce a spiegare gli altri due) che Lucca è l’unica fra le città-stato della regione da aver conservato la propria indipendenza ...
Approfondiscikeyboard_backspace