Orto Botanico Forestale dell'Abetone
natureElementi naturalistici

Orto Botanico Forestale dell'Abetone

Percorsi tra flora, fauna e panorami

Abetone

L'Orto botanico è situtato in una proprietà boschiva della Regione Toscana, delegata alla Comunità Montana dell'Appennino Pistoiese. Coprende una vasta zona a bosco formata dalla foresta originale appenninica, mentre la parte restante è occupata da un piccolo giardino roccioso e da un laghetto. Fra le rocce crescono molte piante tipiche dei boschi e dei pascoli appenninici, come primule, genziane, campanule, gigli, orchidee, a cui si aggiungono nell'area rocciosa calcarea tipiche piante calcicole come i sempreverdi e le sassifrage.

Costituito in forza della convenzione tra Regione, Corpo forestale dello Stato, Comunità Montana e Università toscane, fa parte dell'itineario del verde dell'Ecomuseo della Montagna Pistoiese. Ha lo scopo di valorizzare il patrimonio naturalistico della zona, anche considerando la vicinanza alla Riserva naturale orientata di Campolino (istituita nel 1972 per proteggere alcuni popolamenti indigeni di abete rosso che vanno a costituire il nucleo più meridionale d'Europa). Vi è rappresentata una collezione viva di 350 specie vegetali arboree, arbustive e erbacee ed è collegato al polo didattico del verde dell'Ecomuseo della Montagna Pistoiese.

L'idea per l'istituzione di un Orto Botanico all'Abetone nasce nel 1980 per opera di un appassionato cultore di flora alpina, il dott. Federico Strada. Tra il 1981 e il 1983, in seguito a frequenti incontri tra i rappresentanti degli Enti locali, del Corpo Forestale e delle Università Toscane, viene prescelta la località, nell'Alta Valle del Sestaione, a poca distanza dalla Riserva naturale orientata di Campolino, prezioso esempio di area relitta di abete rosso.

È stato realizzato anche un Polo Didattico a Fontana Vaccaia, una struttura polifunzionale che permette alle scuole e ai corsi formativi di effettuare un approccio didattico completo. A Campo Tizzoro è stato allestito invece il Centro naturalistico Archeologico dell'Appennino Pistoiese, un centro di documentazione contenente reperti preistorici e geopaleontologici dell'Appennino Nord-Occidentale, fra cui uno scheletro di orso delle caverne.

Orario:
Dal 15 giugno al 15 settembre, feriali 9.30-12.30 e 15-18.30, festivi 9.30-18.30.
Visite guidate tutti i giorni ore 11.00, dal venerdì alla domenica anche ore 17.00.


Prezzo:
gratuito; visita guidata 2,00 €


Accesso handicap:
Parziale

Abetone
La meta ideale per vacanze tra sport e natura
Cuore di una zona riconosciuta come la più celebre stazione sciistica dell'Appennino tosco-emiliano, il Passo dell'Abetone, con i suoi 1388 mt. di altitudine, deve la sua fama alle alte cime che gli fanno corona. Chi parte da Pistoia raggiungerà le Piramidi dell'Abetone dopo cinquanta chilometri percorsi prima sulla strada statale 66, poi sulla 12. ...
Approfondiscikeyboard_backspace