Museo diocesano Palazzo Orsini
account_balanceMusei

Museo diocesano Palazzo Orsini

Opere, argenterie e tessuti provenienti dai principali luoghi di culto del territorio

Pitigliano
L'edificio fu iniziato nel XIII secolo dalla famiglia Aldobrandeschi. Nel 1312 passò a Romano Orsini sotto cui fu edificato un complesso fortificato costituito da tre torri circolari collegati da muraglioni perimetrali. Nel 1465 il palazzo fu ampliato in occasione del matrimonio di Niccolò III Orsini. Nel 1520 la costruzione fu fortificata sotto la direzione di Antonio da Sangallo il giovane. Divenuto proprietà dei duchi di Toscana, fu dato alla diocesi di Sovana nel 1793.

Il museo espone opere di argenteria e oreficeria, monete, sculture lignee, dipinti su tavola e su tela, tessuti preziosi, materiale lapideo, manoscritti e libri antichi. Conserva i soffitti e le decorazioni quattrocentesche del Palazzo Orsini.

In una sala del palazzo, chiamata anticamente camera "delle Loggette" sono mostrati un ciclo di ritratti dei membri della famiglia Orsini e una serie di quadri che rappresentano la Madonna con Bambino di Jacopo dalla Quercia, Madonna col Bambino di Guidoccio Cozzarelli, una statua lignea di Niccolò III e dei Dipinti di Francesco Zuccarelli,





Orario:
dal martedì alla domenica, lunedì chiuso: ottobre-marzo ore 10-13 e 15-17; aprile-15 giugno ore 10-13 e 15-18; 16 giugno-31 luglio e settembre ore 10-13 e 15-19
in agosto aperto tutti i giorni ore 10-20.
chiusura anche dal 7 gennaio alla fine di febbraio.

Prezzo:
3,00 € intero
2,50 € ridotto per gruppi 
2,00 € ridotto per scolaresche e bambini 8-10 anni

Accesso handicap:
No

Contatti:
Piazza Fortezza Orsini 4
PITIGLIANO (GROSSETO)
Telefono: 0564 616074
E-mail: curia@email.it
www.museidimaremma.it/it/museo.asp?keymuseo=25
Pitigliano
Il fascino di una "Piccola Gerusalemme" scavata nel tufo
Pitigliano si presenta al viaggiatore in uno scenario da fiaba, ergendosi sul crinale di un promontorio di suggestiva e selvaggia bellezza, delimitato da valli verdissime solcate dai fiumi Lente e Meleta. Le alte pareti di tufo, aperte da mille caverne e case-torri, esaltano le qualità di un’urbanistica tipicamente medievale. ...
Approfondiscikeyboard_backspace