Museo di Zave
account_balanceMusei

Museo di Zave

Capire il presente conoscendo il passato

Castelnuovo Berardenga
Appassionato di cultura contadina Mario Fanetti ha inaugurato nel 2000 il suo “percorso di vita contadina” trasformando gli annessi rurali del podere Barbocce nel “Museo di Zave”.  Zave è il soprannome di Zaverio Nepi, conosciuto per aver più volte fornito e guidato i buoi per il carroccio del corteo storico del Palio di Siena, mezzadro che ha vissuto e condotto il podere Barbocce per circa 70 anni. Appartenevano a lui, morto alcuni anni fa, gli oggetti personali, gli attrezzi agricoli, vari strumenti da lavoro esposti nella mostra che si articola fra diversi spazi e sezioni commentate dal proprietario-collezionista.

Il luogo di per sè è ricco di storia, di momenti importanti ed è esempio indiscusso della vita contadina. I reperti e l'attrezzatura esposti sono propri di questo podere usati per la dura e generosa terra del meraviglioso Chianti. Tutto questo ci riporta ora a capire quale sia stata nel tempo andato l'operosità e l'ambiente della vita agricola del contadino in questo comune.

Castelnuovo Berardenga
Paesaggio collinare suggestivo dai numerosi castelli
Incastonato tra le fertili colline del Chianti e l'incredibile paesaggio delle crete, il vasto territorio comunale di Castelnuovo Berardenga circonda Siena a Nord e ad Est. Il paesaggio è quello delle colline che separano il primo tratto della valle dell'Ombrone da quella del suo affluente Arbia, che in alcuni tratti segna il limite amministrativo. ...
Approfondiscikeyboard_backspace