Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze. Sezione orto botanico "Giardino dei Semplici"
account_balanceMusei

Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze. Sezione orto botanico "Giardino dei Semplici"

Il giardino cinquecentesco voluto da Cosimo I dei Medici ingloba circa 4500 specie vegetali

Firenze
Il giardino cinquecentesco fu disegnato dal Tribolo. Le varie vicissitudini hanno portato alla modifica del disegno originale, ma il giardino presenta ancora oggi un impianto che ricorda nella parte centrale le antiche geometrie architettoniche cinquecentesche.

Fondato nel 1545 per volere di Cosimo I dei Medici, prese il nome di Giardino dei Semplici, cioé dei principi vegetali medicamentosi. Si estende su una superficie di poco meno di due ettari e comprende circa seimila piante. Ospita l'arboreto con esemplari centenari tra cui si ricorda un esemplare di Taxus baccata messo a dimora nel 1720 e un maestoso esemplare di Quercus suber. Tra le molte collezioni ospitate sia nel giardino che nelle serre citiamo quella delle palme, delle cicadee e delle piante medicinali.


Orario:
Da lunedi a domenica ore 9-13; sabato ore 9-17; mercoledì chiuso.
Chiuso per Capodanno, Pasqua, 1 maggio, Ferragosto, Natale.

Prezzo:
6,00 € intero; 3,00 € ridotto (da 6-14 anni e scolaresche) ; gratuito fino a 6 anni, oltre 65 anni, dipendenti e studenti Università di Firenze, soci ICOM e ANMS, disabuili e loro accompagnatori.

Accesso handicap:
Marciapiede non raccordato; ingresso con soglia rialzata; il giardino è accessibile mediante rampa a scendere; i percorsi esterni presentano fondo a ghiaia. Ampia percorsi odorosi e tattili per non vedenti e ipovedenti con descrizioni in braille. Sono presenti servizi igienici attrezzati e audioguide.

Contatti:
via P.A. Micheli 3
FIRENZE (FIRENZE)
Telefono: 055 2757402 per visite guidate 055 2346760
E-mail: ortbot@unifi.it
http://www.msn.unifi.it/
Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace