Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze. Sezione mineralogica e litologica
account_balanceMusei

Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze. Sezione mineralogica e litologica

Una raccolta di minerali e rocce di grande importanza e prestigio

Via G. La Pira, 4
Nato per il trasferimento di alcune sezioni del Museo di Fisica e Storia Naturale fondato dai Lorena nel 1775, il museo di mineralogia e litologia, costituisce una sezione del Museo di storia naturale dell'Università di Firenze.

Conserva circa quarantamila campioni di rocce e minerali, oltre ad una raccolta di oggetti artistici in varie pietre lavorate di provenienza medicea. Inoltre il museo espone circa 5000 campioni provengono dalla collezione settecentesca di Giovanni Targioni Tozzetti. La "collezione elbana" è costituita di 6000 esemplari, entrata in massima parte a fine Ottocento, rappresenta la testimonianza del paradiso mineralogico che era l'Isola d'Elba. La raccolta regionale italiana, di circa 10000 esemplari, offre un panorama mineralogico del nostro paese. La collezione Brizzi ha 4500 esemplari raccolti in Toscana e in Sardegna. La collezione Ponis ha circa 3000 esemplari tra cui imponenti pegmatiti brasiliane e un berillo acquamarina di quasi 100 kg. Di grande importanza scientifica i trenta olotipi.

La collezione generale raccoglie campioni che provengono da tutto il mondo e viene incrementata da nuove acquisizioni

Accesso handicap:
Il marciapiede è raccordato anche di fronte all’entrata principale. Si percorre un breve tratto sconnesso per la presenza di lastroni, poi una rampa abbastanza ripida (supera 4 gradini) per arrivare all’ingresso del museo. Interno accessibile.

Contatti:
Via La Pira 4
FIRENZE (FIRENZE)
Telefono: 055-2757537 visite guidate 055 2346760
E-mail: musminfi@unifi.it
http://www.msn.unifi.it
Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace