Museo della Contrada del Leocorno, Siena
account_balanceMusei

Museo della Contrada del Leocorno, Siena

Costituisce il punto di riferimento storico delle attività della contrada

Siena

L'edificio ha origine cinquecentesca e la sua costruzione è attribuita a Giovan Battista Pelori. Il suo aspetto attuale è il risultato di diversi interventi attuati a partire dal 1600. In principio la chiesa denominata di San Giovannino della Staffa apparteneva alla Compagnia laicale di San Giovanni Battista in Pantaneto; in seguito divenne proprietà della Chiesa e sede di parrocchia. Essa ha sin dall'origine ospitato le attività della contrada fino a divenirne stabilmente sede nel 1966.

Il museo è sede delle attività della contada ed è collegato significativamente alla chiesa di San Giovanni Battista. Attualmente è in attesa di un intervento di restauro che si svolgerà nel quadro dei progetti finanziati dalla Legge speciale su Siena. In conseguenza di questi lavori e di un successivo intervento di riarredo, il museo raggiungerà una sistemazione definitiva nei prossimi anni.

Si segnalano nella chiesa della contrada un dipinto attribuito a Francesco di Vannuccio raffigurante la Madonna della Pace del tardo XIV sec, una statua in terracotta policroma di San Giovanni Battista attribuita a Giacomo Cozzarelli, vari dipinti di autori senesi del Seicento (Rutilio e Domenico Manetti, Vanni, Mei, Petrazzi, Montorselli, Burbarini). Tra i palii vinti dalla Contrada, alcuni appartengono ad artisti senesi (Pantini, 1919 in stile liberty; Marzi 1954 e Vanni 1983) ed altri ad artisti di rilievo nazionale (Possenti 1980 e Nespolo 2007).

Contatti:
piazzetta V. Grassi 6
SIENA (SIENA)
Telefono: 0577 288549
E-mail: segreteria@contradaleocorno.it
http://www.contradaleocorno.it/

Siena
La città dove ogni pietra è rimasta immutata nei secoli
Siena si vede sin da lontano risplendere perfetta nel suo equilibrio medievale. I tre colli su cui siede si stagliano in un panorama campestre idilliaco, nel quale i confini dell’antico centro sfumano come un tempo in una campagna che a tratti sembra ancora quella ritratta nell’Allegoria del Buon Governo dipinta da Ambrogio Lorenzetti nelle stanze del Palazzo Pubblico. ...
Approfondiscikeyboard_backspace