Museo della Certosa
account_balanceMusei

Museo della Certosa

Raccolta di dipinti e opere d'arte provenienti da un monastero della zona

Firenze
Il monastero fu fondato dal banchiere fiorentino Niccolò Acciaioli nel 1342. I locali trecenteschi hanno subito notevoli rifacimenti nei secoli successivi, in particolare alla fine del Quattrocento, periodo a cui risale la costruzione dei chiostri, e del Cinquecento quando è stato effettuato un intervento volto al rifacimento della chiesa e del piazzale antistante.

La pinacoteca si trova in due saloni all'interno del trecentesco Palazzo Acciaioli annesso alla Certosa e raccoglie varie opere d'arte che ornavano il monastero. Si segnalano in particolare gli affreschi di Jacopo Pontormo raffiguranti le storie della Passione (1520 c.) staccati dal chiostro grande e i sessantasei busti in terracotta della bottega di Giovanni della Robbia che ornano il chiostro grande.

La visita comprende anche i locali monumentali della Certosa: chiesa, chiostri, sala capitolare, refettorio, foresteria.


Orario:
invernale: ore 9-11.30 e 15-16.30; estivo: ore 9-11.30 e 15-17.30. Chiuso il lunedì non festivo.

Prezzo:
offerta libera

Accesso handicap:
No

Contatti:
Buca di Certosa 2
Galluzzo
FIRENZE (FIRENZE)
Telefono: 055-2049226
Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace