account_balanceMusei

Il Museo d'Arte Sacra Masaccio di Reggello

Nella Pieve di San Pietro a Cascia oggetti liturgici

Reggello

Il museo è ospitato in locali attigui alla pieve di San Pietro a Cascia, uno dei capolavori dell'architettura romanica toscana. La chiesa documentata dal XII secolo, subì vari rimaneggiamenti nel corso dei secoli fino a quando un restauro eseguito negli anni Sessanta del Novecento la ha riportata alla purezza delle linee romaniche.

La pinacoteca è stata aperta in occasione delle celebrazioni del centenario della nascita di Masaccio, intende essere un centro di riferimento culturale e didattico su Masaccio e sul patrimonio storico ed artistico del territorio. E' costituito da una sala dedicata alla documentazione del trittico di San Giovenale, capolavoro giovanile di Masaccio conservato nella attigua pieve.

Conserva inoltre dipinti, arredi, paramenti, sculture e oreficerie di rilevante interesse storico-artistico appartenuti alla pieve e ad altre chiese della zona di Reggello. Una sala, arredata con mobili antichi come lo studio di un pievano, è destinata alla storia delle pieve con documenti, fotografie e una bella serie di ritratti dei pievani dal XVII al XIX secolo.

Nel museo sono ospitate opere già appartenute alla pieve come i dipinti che ne arredavano i grandi altari cinquecenteschi rimossi durante il restaurno degli anni Sessanta del Novecento ed altri oggetti che si trovavano in chiese del territorio e che sono state portate nel museo per garantire una migliore conservazione e fruizione.

L'opera principale, anche se non conservata nei locali del museo ma all'interno dell'attigua pieve, è il trittico di San Giovenale datato 23 aprile 1422 e attribuito a Masaccio. L'opera fu scoperta nel 1961 da Luciano Berti nella piccola chiesa di San Giovenale a poca distanza da Cascia, e fu trasferita nel 1988 nella pieve per motivi di conservazione. Nel museo vero e proprio si trovano dipinti della scuola del Ghirlandaio, di Santi di Tito, Alessandro Allori, Jacopo Vignali, Ignazio Hugford e una serie di bellissimi oggetti di oreficeria e di parati liturgici.


Orario:
martedì e giovedì ore 15-19,30; sabato e domenica ore 10-13 e 15-19,30. Nei mesi estivi, primo e terzo sabato del mese apertura serale, ore 21-23. Aperto a richiesta per gruppi previa prenotazione (tel. 055 8665433; 055 868129)


Prezzo:

3,00 €; ridotto per gruppi 2,50 €; ridotto per gruppi scolastici 2,00 €.


Accesso handicap:
Si

Reggello
È un comune ricco di ville e castelli, conosciuto soprattutto per l'Abbazia di Vallombrosa e per la Mostra dell'Olio
Il comune di Reggello si estende nella montagna fiorentina , dal versante nord-occidentale del Pratomagno al Valdarno Superiore. Antica podesteria medievale con il nome di Cascia, ha raggiunto l’attuale assetto territoriale nel 1840, quando gli vennero annesse le parrocchie di San Clemente e di Santa Maria a Sociana. ...
Approfondiscikeyboard_backspace