fb track
museo-archeologico-colle-valdelsa
account_balanceMusei

Museo Archeologico Bandinelli di Colle Val d'Elsa

In mostra la storia degli Etruschi in Valdelsa

Map for 43.422302,11.120107
Colle Val d'Elsa

Il Museo Archeologico “Ranuccio Bianchi Bandinelli” di Colle Val d’Elsa, intitolato alla memoria del grande studioso senese, rccoglie nelle sale dell’antico Palazzo Pretorio o del Podestà i reperti che illustrano in 15 sale la storia del popolamento della Valdelsa nell’antichità, in particolare nell’età etrusca.

Del Paleolitico il Museo conserva due tombe eneolitiche a grotticella ritrovate in località Le Lellere, ma la mole maggiore di ritrovamenti appartiene al periodo etrusco propriamente detto, dall'arcaismo a tutto l'ellenismo, quando il territorio di Colle, sottoposto alla lucumonia di Volterra divenne un'importante crocevia da e per l'Etruria centro-settentrionale e di questa realtà raccoglie importantissimi reperti, soprattutto intorno a due grandi necropoli: quella di Le Ville e quella di Dometaia.

Il Museo conserva anche lo splendido corredo proveniente dalla tomba della nobile famiglia dei Calisna Sepu, considerata il più ricco ritrovamento di età ellenistica avvenuto nell'Etruria del nord, con i grandi vasi a vernice nera, l'unico esemplare di kelebe volterrana sovradipinta, gli splendidi specchi bronzei e una vasta gamma di vasellame da mensa in uso presso l'alta borghesia etrusca.

Info: museocolle.it

Colle Val d’Elsa
Famosa per la produzione di cristallo, la cittadina offre innumerevoli tesori d'arte e architettura
Colle di Val d’Elsa è arroccata nella sua parte più antica su di un alto poggio e le strette vallette che la contornano di fatto ne tripartiscono il tessuto urbano diviso anticamente in “Piano”, “Borgo” e “Castello ” oggi semplificati in Colle bassa e Colle alta. E’ di fatto la sintesi della cultura del fare della Val d’Elsa ed è anche la città che ha dato protagonismo al fiume. ...
Approfondiscikeyboard_backspace