Museo Archeologico all' aperto Alberto Manzi: "La città dei vivi, la città dei morti"
account_balanceMusei

Museo Archeologico all'aperto, Pitigliano

Alberto Manzi: "La città dei vivi, la città dei morti", un percorso fisico spirituale tra la vita e la morte

Pitigliano
Il Museo all'aperto di Pitigliano nasce con una forte valenza didattica, dalla volontà di contrastare il processo di deterioramento del patrimonio ambientale e i saccheggi dei monumenti funerari di età etrusca e con l'intento di valorizzare il patrimonio naturale e storico.

Su un progetto elaborato dal Maestro Prof. Alberto Manzi nel periodo in cui è stato Sindaco di Pitigliano (1995-1997), l'Amministrazione comunale ha effettuato nel 1996 una scelta significativa: investire nella salvaguardia e nella riqualificazione del patrimonio naturale e storico che oltre due millenni di ininterrotta presenza dell'uomo hanno tramandato fino a noi in un delicato equilibrio tra natura ed attività umana.

La tutela del patrimonio ambientale e storico, la didattica e, non ultimo, la ricerca scientifica sono stati quindi i temi alla base dell'istituzione del museo all'aperto.

L' area archeologica consente al visitatore di immergersi completamente nella storia dei luoghi. Passeggiando nella "città dei vivi" la guida ricostruisce le varie fasi dell' impianto urbano, dell' articolato villaggio protostorico dell' età del bronzo, rappresentato da un modello didattico di abitazione del tipo a capanna circolare realizzato in dimensioni vicine al vero, alla città etrusca con la casa a tre vani e portico.

Una via "cava" conduce alla sottostante città dei morti, in si può visitare la necropoli etrusca del Gradone, con tombe a una, due e tre camere che è stata in uso dalla seconda metà del VII fin quasi alla fine del VI secolo a.C. Qui è possibile visitare la tomba "dimostrativa" all'interno della quale è stata allestita la sepoltura di Larth e Velia e rivivere, in tal modo, la sacralità e le emozioni di una cerimonia funebre etrusca. Un'ulteriore discesa conduce alla necropoli di San Giovanni con tombe dal VI al IV, inizi III secolo a.C.



Orario:
Aperto dal 1 aprile al 2 novembre e dal 26 dicembre al 6 gennaio dalle ore 11-19.
chiuso il lunedì.

Prezzo:
€ 4,00 intero;
€ 2,50 ridotto (ragazzi fino a 12 anni, gite scolastiche, cittadini residenti, anziani oltre 65 anni)

Contatti:
Strada Provinciale del Pantano
Cava del Gradone
PITIGLIANO (GROSSETO)
Per informazioni e prenotazioni visite guidate tel 0564 614067-0564 614074. cell.347 7968901
E-mail: info@comune.pitigliano.gr.it
www.comune.pitigliano.gr.it
Pitigliano
Il fascino di una "Piccola Gerusalemme" scavata nel tufo
Pitigliano si presenta al viaggiatore in uno scenario da fiaba, ergendosi sul crinale di un promontorio di suggestiva e selvaggia bellezza, delimitato da valli verdissime solcate dai fiumi Lente e Meleta. Le alte pareti di tufo, aperte da mille caverne e case-torri, esaltano le qualità di un’urbanistica tipicamente medievale. ...
Approfondiscikeyboard_backspace