Le fornaci del '700 di Calcinaia
crop_originalOpere d'arte

Le fornaci del '700 di Calcinaia

La storia della tradizionale ceramica

Calcinaia
In alcuni memoriali della Certosa di Calci si ha delle notizie importanti per quanto riguarda le fornaci di questa cittadina. Il precursore di questa attività fu il monastero dei Certosini di Montecchio che decise nel XVII secolo di iniziare una produzione della ceramica mettendo insieme i fondi per impiantare e gestire questa fornace. Questa iniziativa fu facilitata dall'abbondanza di materie per portare avanti questo progetto: il legno per scaldare i forni provenienti dalle estese riserve boschive e l'argilla prelevata dai numerosi torrenti e il vicino fiume Arno. Il compito del fiume non si limita solo a questo ma ha un ruolo importante anche nel trasporto: dopo la cottura i materiali prodotti venivano caricati su piccole imbarcazioni, per poi essere trasportati in altre località. Nel 1600 la struttura veniva chiamata il Podere della fornace, composta da due fabbricati a due piani dove venivano cotti i materiali di laterizio e  calcina., il magazzino e un altro fabbricato per la cottura di oggetti da cucina.

In principio tutto era gestito dai certosini, entrò a farne parte il maestro ceramista Giovan Battista Franci, specializzato nella mansione di "piattaio" e successivamente subentrò il "pignattaio" Marco Coccapani specializzato nella ceramica da fuoco. L'attività ebbe successo per oltre vent'anni producendo mattoni, embrici, calce e ceramica pregiata denominata maiolica di Montecchio. Le sue qualità erano date dalla terra specifica di Montecchi, resistente al fuoco e impermeabile dai liquidi.

Il Franci a causa dell'età smise di operare fu così che i certosini fecero un contratto di affitto al Coccapani fino a che lui fu costretto ad abbandonare quest'impresa e trasferire la sua bottega nel centro di Calcinaia. Nacque da lui una dinastia di ceramisti che lavorarono fino all'inizio del '900. La loro eredità fu poi mantenuta fino agli anni '60 dalla famiglia Rovini.
 
Altre attrazioni a Calcinaiakeyboard_backspace
Calcinaia
Un anima atradizionale tutta da scoprire
Al centro della fertile pianura del Valdarno pisano si trova Calcinaia, un comune vivace e operoso, ricco di industrie e artigianato. Il nome fa riferimento alla tradizione artigiana della lavorazione delle ceramiche e alle numerose fornaci di calce attive fino agli anni Sessanta, quando la vocazione commerciale e industriale assunse preponderanza, soprattutto nella frazione di Fornacette, ...
Approfondiscikeyboard_backspace