Le case-torri di Prato
location_cityArchitetture

Le case - torri di Prato

La città dalle sessanta torri

Prato

Nel centro storico si notano alcuni edifici dai prospetti verticali, dalla facciata austera e rivestiti di intonaco: sono le torri delle antiche consorterie magnatizie, dei casati più importanti della vita della città del XII secolo. In quel periodo Prato era la cittaà delle sessanta torri, un numero molto elevato rispetto alla popolazione e al poco spazio cintato. Frequenti erano le demolazioni  e i tagli drastici delle altezze degli edifici, queste dipendevano dalle lotte tra le consorterie pratesi, tra guelfi e ghibellini, e le torri e le case dei vinti esiliati venivano sottoposti a parziale rovina. I vincitori si impadronivano delle costruzioni e  imprimevano su di essa il segno della sconfitta. Alcune venivano requisite dal comune per l'avvistamento e la difesa cittadina in caso di eventi bellici.

 

Ai giorni nostri il numero è calato enormemente e le dimensioni sono diminuite, quelle superstiti sono in filaretto di pietra albarese della Calvana dal color bianco avorio o rosso laterizio, in molti casi le torri in pietra e in mattoni sono unite con forte effetto coloristico, caratteristica principale del gusto cromativo dell'architettura medievale pratese. Le strutture hanno piccole finestre, stretti porticati, feritoie, mensole e buche pontaie per l'appoggio di ponti mobili in legno, dettagli che provengono dallo stile romanico. Queste costruzioni sono dette case-torri perchè erano abitazioni stabili e magazzini, però sempre atte alla difesa.  Un esempio è la casa torre in laterizio è Palazzo Pretorio.

Prato
Dal Medioevo all'avanguardia in una città da scoprire
Una città che non mancherà di stupire gli amanti delle destinazioni meno inflazionate è Prato. In molti infatti, anche a causa di come il luogo viene spesso presentato sulla stampa, si stupiranno, visitandolo, di scoprire un centro storico elegante e ben conservato, all’altezza dei nuclei medievali di tante delle più note città toscane. ...
Approfondiscikeyboard_backspace