lago di San Floriano
???.icon?????????

La zona di protezione del lago di San Floriano

Un'area di natura faunistica sulle rotte di migrazione dell'avifauna del lago di San Floriano

Capalbio

La Zona di protezione sul lago di San Floriano è stata istituita nel luglio del ’98 per il grande valore che questa area riveste per l’avifauna acquatica. Occupa una superficie di 30 ettari all’interno del Comune di Capalbio ed è gestita dalla Provincia di Grosseto.

San Floriano è anche una zona acquata di grande pregio paesaggistico, caratterizzata da alcune fitocenosi di particolare interesse con notevoli associazioni a Nynphaea alba e Polygonum anphibium. La vegetazione è rappresentata anche da canne palustri, ninfee, giunchi, lenticchie d’acqua, mentre tra la fauna ittica è costituita soprattutto da cavedani, pesci persici, carpe, trote, tinche e anguille. Tra le specie di uccelli più significative si segnalano il beccaccino, l’airone cenerino, la moretta e il moriglione. Nelle aree circostanti sono presenti lepri, cinghiali, volpi, tassi e istrici.

Capalbio
Dove la vista corre sull’intera Maremma e vola fino al mare
Capalbio è un bel borgo del sud della Toscana, che si erge su un colle coperto dalla tipica macchia maremmana. Il borgo, nato come castello delle Tre Fontane di Roma (VIII secolo), nel periodo medioevale fu di proprietà della famiglia Aldobrandeschi. Successivamente passò ai Conti Orsini e nel 1416 fu annesso alla Repubblica Senese. ...
Approfondiscikeyboard_backspace