La pieve di San Giovanni Battista Decollato
Luoghi di culto

La pieve di San Giovanni Battista Decollato

Situata dentro il perimetro del Castello, la Pieve esisteva già nel 1218, ma è probabile che la sua costruzione risalga al 1079

montemurlo

Lo stato attuale è in stile neoclassico,realizzato nel corso dell'ottocento. La semplice facciata medievale a capanna è preceduta da un portico a copertura lignea sorretto da pilastri ottogonali in mattoni, con capitelli corinzi stilizzati. Dal cortile cinquecentesco emerge un robusto campanile (XIV-XV secolo) che in origine fu torre di guardia della porta Freccioni. L'interno a navata unica con tetto a capriate lignee, è illuminato da finestroni settecenteschi. Varie le opere d'arte qui custodite tra le quali spicca una tela eseguita nel 1521 da Francesco Granacci raffigurante la Madonna col Bambino e i Santi. Son conservate inoltre la Madonna del Rosario di Matteo Rosselli (1609) una miracolosa croce bizantina e alcuni affreschi di Giovanni da Prato (1590 circa) che narrano i prodigi della croce. L'altare di destra incornicia una interessante tavola del fiammingo Giovanni Stradano (Jan Van der Straedt, 1523-1605) raffigurante l'Assunta. Addossato al fianco sinistro della Pieve è l'Oratorio della Compagnia del Corpus Domini, costruito intorno al 1560, con interno barocco.- Visita su appuntamento telefonico.

Prato
Dal Medioevo all'avanguardia in una città da scoprire
Una città che non mancherà di stupire gli amanti delle destinazioni meno inflazionate è Prato. In molti infatti, anche a causa di come il luogo viene spesso presentato sulla stampa, si stupiranno, visitandolo, di scoprire un centro storico elegante e ben conservato, all’altezza dei nuclei medievali di tante delle più note città toscane. ...
Approfondiscikeyboard_backspace