San Felice
Luoghi di culto

La Pieve di San Felice

Nella campagna senese un paese di origine medievale

Castelnuovo Berardenga
Nel Medioevo l’insediamento di San Felice era sede di una pieve, documentata fin dall’inizio dell’VIII secolo, e di un comune di villaggio del contado senese attestato intorno alla metà del Duecento. Nel 1676 era un comunello della Podesteria di Castelnuovo comprendente sette poderi. Nel catasto del 1825 risulta in gran parte già formato il nucleo di edifici attualmente compreso tra la villa, caratterizzato da un assetto planimetrico simile a quello attuale, e la pieve.

La Pieve di San Felice in Pincis è ricordata per la prima volta nell’anno 714. Nei secoli seguenti, fino all’Ottocento, la pieve risulta di patronato della famiglia dei Cerretani. L’ultimo radicale restauro della pieve risale alla prima metà del novecento. conservando così all’interno le volte  affrescate da Luigi Papi con i Quattro Evangelisti e motivi di ispirazione medievale.
Castelnuovo Berardenga
Paesaggio collinare suggestivo dai numerosi castelli
Incastonato tra le fertili colline del Chianti e l'incredibile paesaggio delle crete, il vasto territorio comunale di Castelnuovo Berardenga circonda Siena a Nord e ad Est. Il paesaggio è quello delle colline che separano il primo tratto della valle dell'Ombrone da quella del suo affluente Arbia, che in alcuni tratti segna il limite amministrativo. ...
Approfondiscikeyboard_backspace