La Cittadella Vecchia e la Torrre Guelfa
Frazioni, quartieri e piazze

La Cittadella Vecchia e la Torrre Guelfa

Suggestivi scampoli di storia sul Lungarno di Pisa

Pisa

L'ubicazione della Cittadella Vecchia e della Torre Guelfa interessa Piazza Tersanaia - Via Nicola Pisano - Ponte della Cittadella. Orario: da novembre a febbraio - dal martedì al venerdì - su prenotazione, sabato e domenica 14.00-17.00, la 2° domenica del mese 10.00-13.00/15.00-17.00; da marzo a ottobre: venerdi, sabato e domenica 15.00-19.00. Chiusa 1/5, 16/6, 15/8 e dal 24/12 al 2/1. Ingresso: € 2,00, ridotto € 1,50 per gruppi min. 15 pax. Gratuito fino a 10 e oltre 65 anni.

L’alta Torre Guelfa sorge in una delle zone più suggestive di Pisa, la Cittadella Vecchia; con il suo inconfondibile profilo ha attirato per secoli l’attenzione di quanti hanno passeggiato sui Lungarni. Questa zona di Pisa, ricca di antiche vestigia spesso trascurate, racchiude secoli di storia. Qui agli inizi del 1200, in seguito alle numerose vittorie riportate dalla sua flotta in tutto il bacino del Mediterraneo, la Repubblica Pisana riunì in un unico spazio le intense attività cantieristiche. La zona, detta Tersana da terzarolo, la più piccola delle tre vele latine delle galere, fu interessata da imponenti lavori e nel 1264 il nuovo arsenale repubblicano, oltre ai rimessaggi ed agli scali, comprendeva anche una piccola chiesa dedicata alle Sante Barbara e Reparata, solennemente benedetta dall’arcivescovo Federico Visconti. Delle strutture duecentesche oggi restano gli archi di mattoni inseriti nel muro di difesa lungo l’Arno. L’arsenale acquistò maggiore importanza quando, tra il XIII e XIV secolo, fu completato l’ultimo ponte della città, il Ponte a Mare, con la relativa Porta a Mare, ancora visibile sulla riva sinistra. Nel 1394 il nuovo signore di Pisa Iacopo d’Appiano, temendo il rientro in città della fazione che sosteneva la famiglia rivale dei Gambacorti, iniziò la trasformazione dell’arsenale in cittadella difensiva munita di torri, al cui interno insediò un presidio militare stabile. Al momento della prima dominazione fiorentina (1406) i nuovi signori di Pisa trasformarono definitivamente le strutture dell’arsenale repubblicano e realizzarono quella che successivamente sarebbe stata chiamata Cittadella Vecchia. Ai primi del Quattrocento risale anche la costruzione dell’alta Torre Guelfa, cosiddetta in opposizione alla pre-esistente Torre Ghibellina, conclusa nel 1290 nell’angolo sud-ovest della Tersana, oggi scomparsa. Nel 1944 tutta l’area fu gravemente colpita dai bombardamenti, la torre Guelfa fu completamente distrutta e ricostruita nel 1956 riproponendone l’aspetto originario. I recenti restauri, condotti dall’amministrazione comunale, hanno permesso l’apertura della torre al pubblico, offrendo una veduta suggestiva di Pisa, compresa tra la dolce curva dei monti ed il verde intenso della pineta del parco di San Rossore.
(Articolo a cura dell' APT di Pisa)

Pisa
Viaggio nella città dei miracoli, tra arte, cultura e tradizioni dell'antica repubblica marinara
Tappa fondamentale di un viaggio in Toscana sono da sempre Pisa e la sua Piazza dei Miracoli, e malgrado la presenza dei tanti turisti che da ogni angolo del mondo sembrano essere arrivati qui per provare, con l’aiuto della prospettiva, a tenere in piedi la torre pendente, il luogo è comunque capace di sprigionare una bellezza senza tempo, evocativa e potente. ...
Approfondiscikeyboard_backspace