Il Giardino di Archimede
account_balanceMusei

Il Giardino di Archimede

A Firenze, un museo per la matematica

Firenze
Il museo ha sede in locali che fanno parte dell'edificio scolastico dell'ITT "Marco Polo".

Il consorzio "Giardino di Archimede" nasce nel 1999 con lo scopo della "costituzione e gestione di un Museo per la matematica", con i fini dichiarati di promuovere e svolgere attività di divulgazione della matematica in tutte le sue forme, compiere studi e promuovere iniziative dirette alla valorizzazione della cultura matematica e storico-matematica, promuovere l'aggiornamento degli insegnanti e la formazione di operatori nel settore della divulgazione matematica. L'ipotesi centrale della proposta museale del Giardino di Archimede è la familiarizzazione e l'interattività.

Il visitatore è portato ad avvicinarsi alla matematica seguendo percorsi il più possibile interattivi, nei quali i metodi e i risultati della matematica vengono proposti in un linguaggio colloquiale, senza indulgere a formule e formalismi. Vengono così messi in luce da una parte il ruolo della matematica nella società e nella tecnica moderne, e dall'altro la presenza della matematica negli oggetti della vita quotidiana. Il risultato ricercato è l'avvicinamento del pubblico alla matematica, con la conseguente attenuazione delle reazioni di ripulsa verso questa scienza, spesso presenti anche in ambienti culturali elevati.


Orario:
Lunedì-venerdì ore 9-13; domenica ore 15-19. Chiuso il sabato; le feste ufficiali e tutto il mese di agosto.

Prezzo:
5,00 € intero;
3,00 € ridotto per famiglie e gruppi di almeno 12 persone; visite guidate 2,00 € a persona oltre il biglietto a ingresso.

Accesso handicap:
Si

Contatti:
via San Bartolo a Cintoia 19a
FIRENZE (FIRENZE)
Telefono: 055 7879594
E-mail: archimede@math.unifi.it
Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace