Convento sul MOnte Argentario
Luoghi di culto

Il Convento dei Frati passionisti sul Monte Argentario

Immerso nel verde dei boschi un luogo di pace da cui si gode un bellissimo panorama sull'arcipelago toscano

Monte Argentario Grosseto
Per chi ama la natura, la storia e anche la buona tavola c'è un angolo tutto da scoprire proprio in cima al Monte Argentario. Percorrendo la strada immersa nel verde dei boschi che collega Orbetello a Porto Santo Stefano si incontra il Convento dei Frati Passionisti.
Fu fatto costruire nel 1737 da S. Paolo della Croce, in seguito al miracolo della visione della Vergine che gli indicò il perimetro esatto su cui innalzare il convento, e ancora oggi ospita una decina di Padri Passionisti. La piccola chiesa detta "Della Presentazione" ospita una bella immagine della "Maria Regina dell'Argentario" del Seicento e sul belvedere sistemato al fianco della piazzetta antistante si gode di una vista unica: si può infatti ammirare Orbetello, la Laguna di Ponente e il Tombolo della Giannella. 

Si può visitare la cappella del convento, piccola e racolta, e, volendo, inginocchiarsi in preghiera nello stesso posto in cui sostò il Papa Giovanni Paolo II nel 2000. salendo più in altro lungo la strada si incontra il ritiro di San Giuseppe che un tempo ospitava i novizi e che adesso, pur non essendo abitato, viene mantenuto in ottimo stato grazie all’opera di numerosi volontari.

Davanti al convento sorge invece il rifugio "La Sorgente", dove sedersi all'ombra degli alberi e gustare i piatti tipici a base di funghi porcini, polenta, carne di cinghiale e altri sapori caratteristici.