Villino Lampredi - Firenze
location_cityArchitetture

I draghi Liberty del Villino Lampredi

Storia della singolare costruzione di Giovanni Michelazzi e Galileo Chini in via Giano della Bella

Firenze
Via Giano della Bella si trova in una della zone residenziali più incantevoli di Firenze, alle prime pendici del Piazzale, non lontano dal giardino Torrigiani. In questa via sorge il villino Lampredi, dal nome del costruttore Giulio Lampredi, che qui fissò la sua dimora. Ispirato allo stile art Nouveau, l’edificio fu progettato dall’architetto Michelazzi, mentre le decorazioni in ceramica furono affidate a Galileo Chini. In particolare l’artista mugellano curò le piastrelle che compongono il sottotetto, con i putti inseriti in un contesto dominato da motivi vegetali.

L’elemento distintivo della villa è costituito dai due grandi draghi, poggiati sulle colonne che incorniciano il portone e sorreggono il terrazzino centrale. I balconi sono impreziositi da eleganti ringhiere che rimandano al disegno delle inferriate poste sulle finestre del piano terra. Il motivo del drago si ritrova anche nelle teste che campeggiano sui cerchi decorativi sopra le finestre del secondo piano. Gli interni del villino sono caratterizzati da una grande scale in pietra serena a tre rampe, con ringhiera in ferro battuto e corrimano in legno. La scala è illuminata da una grande lucernario rettangolare , composto da vetri colorati e decorato con motivi vegetali. Al piano terreno sono ancora visibili alcune decorazioni in ceramica, tra le quali un formella realizzata da Galileo Chini.

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace