account_balanceMusei

GAMC - Galleria Comunale Arte Moderna e Contemporanea di Viareggio

In mostra i maestri del Novecento europeo e molte opere di Lorenzo Viani

Viareggio
Uno spazio interamente dedicato all’arte contemporanea nel cuore di Viareggio. Questa è la GAMC – Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea - uno dei più interessanti poli espositivi a livello internazionale grazie ad un ricco patrimonio permanente costituito da oltre tremila opere, provenienti soprattutto da donazioni di privati e dalle acquisizioni del Comune.
Ospitata nell’ottocentesco Palazzo delle Muse, disposta su 1600 metri quadrati di superficie espositiva, la Galleria è una vivace vetrina sulle maggiori ricerche artistiche del XX secolo tra pittura, scultura e grafica, con oltre 700 artisti rappresentati.
Con le 2mila opere della Collezione Pieraccini si compone una variegata antologia che spazia dagli Impressionisti, fra cui Monet e Gauguin, alle Avanguardie storiche, con opere di Picasso, Juan Mirò, Marc Chagall e Max Ernst, fino alle correnti. L’arte italiana del Novecento è rappresentata in numerosi suoi aspetti da Felice Casorati a Fattori, da De Chirico a Ottone Rosai.
Le opere di Lorenzo Vian iesposte alla GAMC
Le opere di Lorenzo Vian iesposte alla GAMC

La GAMC inoltre conserva la più importante raccolta pubblica di Lorenzo Viani (1882-1936), il pittore viareggino noto esponente dell’Espressionismo europeo.
La Galleria conserva 85 opere di Viani, fra cui il suo capolavoro la grande tela della Benedizione dei morti del mare, ma anche il Volto Santo e la Testa di pazza, l’unica scultura ad oggi nota del maestro, e 17 matrici xilografiche testimonianza dell’attività incisoria dell’artista.

Info: gamc.it

Viareggio
Da un piccolo borgo di pescatori a una meta balneare tra le più note in Toscana, ecco la città del Carnevale
Il mare da una parte, le candide vette delle Apuane dall’altra, chi non ha mai visto la classica istantanea di Viareggio? Passeggiare tra le vezzose stradine del centro, prendere un gelato in Passeggiata o in pineta, spingersi al mare in Darsena o, ancor più là, verso la parte di spiaggia più selvaggia, la Lecciona - quasi a Torre del Lago; mangiare pesce in una delle tipiche trattorie di ...
Approfondiscikeyboard_backspace