Comune di Pistoia: Vivarelli
account_balanceMusei

Fondazione Pistoiese Jorio Vivarelli

Alla scoperta della Fondazione, comune di Pistoia

Via Felceti,11

Ci sono molti modi per conoscere da vicino una Città d’Arte come Pistoia. Uno di questi è sicuramente la scoperta dell’ultimo grande testimone vivente dell’arte pistoiese del 900: il Maestro Jorio Vivarelli che ancor oggi si può incontrare pienamente attivo nella Fondazione a lui dedicata che si trova sulle belle colline a nord ovest di Pistoia.
Jorio Vivarelli, al pari di Marino Marini, Agenore Fabbri e Giovanni Michelucci, è oggi il più illustre esponente della luminosa tradizione artistica pistoiese riconosciuta in ambito nazionale ed internazionale. Lo scultore Vivarelli è stato, infatti, protagonista di grandi eventi espositivi a lui dedicati nelle principali città italiane, e all’estero da San Marino a Parigi, Londra, Losanna, New York, Rio de Janeiro, artefice di grandi sculture poste in prestigiosi luoghi pubblici quali il "Monumento a Giacomo Matteotti" (1947) Lungotevere a Roma; le "Fontane di Philadelphia" (1966 USA), "Inno alla Vita" (1987) Parco della Pace a Nagasaki in Giappone.
La Fondazione pistoiese dedicata al Maestro posta in Via Felceti 11 consente al visitatore di ripercorrere le tappe di una vita dedicata all’arte nel corso di ben 70 anni di attività e, talvolta, di vedere lo stesso Maestro mente è intento a lavorare attorno a nuove opere.
Terrecotte, pietre, bronzi, marmi,e poi ancora monete, medaglie, gessi, disegni, opere grafiche raccontano il percorso intenso dell’artista che va dalla ricerca emozionale (1945-’55), caratterizzato dai celebri "Cristi" - e contrassegnato dall’attività svolta, in perfetta sintonia con l’architetto Giovanni Michelucci, presso l’omonima Fonderia pistoiese - fino al periodo de L’uomo nuovo caratterizzato dalle sette sculture monolitiche note come le "Pietre dei Saggi" (1973-1986).
In questo arco di tempo la critica ha evidenziato altre due fasi creative dell’artista indicandole come l’epoca della Testimonianza nel decennio 1955’63 allorché Vivarelli incontra l’architetto americano Oscar Storonov e il grande architetto Le Corbusier, e quella dal 1963 al 1973 caratterizzata dall’impegno nel gruppo Intrarealista comprendente artisti come Federico Fellini.
Di tutta una vita che Jorio Vivarelli ha dedicato all’arte, la Fondazione Pistoiese che porta il suo nome è lo specchio vivente che invita, come ha già fatto Sua Altezza Imperiale Sayako, Principessa del Giappone, sempre nuovi visitatori a scoprire lo straordinario talento di un grande testimone della scultura del Novecento.

 

Orario:
Da lunedì al venerdì ore 9-13 e 15-18.Sabato visite guidate su appuntamento.
Chiuso domenica e festivi.


Prezzo:
gratuito

Accesso handicap:
No

Contatti:
Via di Felceti 11
Arcigliano
PISTOIA (PISTOIA)

Telefono: 0573 477423
E-mail: v.ferretti@fondazionevivarelli.it, annamura@virgilio.it
http://www.fondazionevivarelli.it

Pistoia
Ai piedi dell’Appennino tra storia, natura, musica e folklore
Seducente città di antichissima fondazione, Pistoia è un posto che stupirà gli amanti dell’arte e delle tradizioni. Poeti e scrittori hanno esaltato il fascino di quella che hanno ribattezzato “città di pietra incantata” e “città dalle larghe strade e dalle belle chiese”, e in effetti il centro offre al visitatore la possibilità di addentrarsi in un percorso ricco di chiese, chiostri, palazzi ...
Approfondiscikeyboard_backspace