La Madonna col Bambino tra i santi Stefano e Giovanni Battista
crop_originalOpere d'arte

Filippo Lippi al museo di pittura murale di Prato

Due pale che rendono grande il nome dell'artista

Prato

 Nel Museo di Pittura Murale di Prato si trovano in particolare due pale di Filippo Lippi che rendono onore alla fama dell'artista. Due soggetti che rappresentano al meglio lo stile dell'artista e la sua bravura, che lo fanno riconoscere in tutto il mondo come uno dei pilastri della storia dell'arte del suo secolo.

 

La Madonna col Bambino tra i santi Stefano e Giovanni Battista (1453) è la prima pala dipinta dall'artista per Prato, commissionata dal Ceppo Nuovo, ente pio della città, da posizionare sul pozzo del cortile di Palazzo Datini, sede dell'ente. Un'atmosfera luminosa e ampia grazie al colore di fondo oro e dal drappo dietro la Vergine, dove si inseriscono figure monumentali ma di grande spiritualità. La Madonna, seduta sul trono, tiene fra le sue braccia il figlio dormiente, completamente illuminata. Ai piedi del trono si hanno in primo piano ma in dimensione ridotta si hanno Francesco Datini, fondatore dell'ente e noto mercante della città riccamente vestito ed inanellato e gli altri aministratori del gruppo, da lui presentati alla Vergine.

 

L'assunta che dà la Cintola a san Tommaso tra i Santi Margherita e Gregorio, Agostino e Raffaele arcangelo con Tobiolo, è l'altra pala di notevole importanza, commissionata dal monastero pratese di Santa Margherita, in cui il Lippi lavorava come cappellano. Il dipinto anche se di colori scuri ha dettagli curati e preziosi nelle stoffe e nei gioielli.  In questa struttura conobbe la monaca Lucrezia Buti, la quale gli dette alla luce il figlio Filippino Lippi, infatti si pensa che la Santa Margherita sia il suo ritratto, l'ideale femminile che ripropone in molte altre opere di quel periodo.


 

Prato
Dal Medioevo all'avanguardia in una città da scoprire
Una città che non mancherà di stupire gli amanti delle destinazioni meno inflazionate è Prato. In molti infatti, anche a causa di come il luogo viene spesso presentato sulla stampa, si stupiranno, visitandolo, di scoprire un centro storico elegante e ben conservato, all’altezza dei nuclei medievali di tante delle più note città toscane. ...
Approfondiscikeyboard_backspace