Ritratto della famiglia di Torello Calvani
account_circlePersonaggi storici

Dallo scalpello alle praterie americane

L’epopea di Torello Calvani una storia di emigrazione a lieto fine

Pistoia

Torello Calvani era figlio di uno scalpellino della frazione di Canapale vicino a Pistoia: il suo destino sembrava legato per sempre alla polvere e alle pietre delle cave e alla fatalistica accettazione delle dure condizioni di vita dei cavatori. Il sogno di una vita migliore si concretizzò per Torello nel 1892, quando firmò un contratto con un facoltoso uomo di affari svizzero che assumeva giovani per coltivare le terre e allevare i maiali nella sua tenuta del New Mexico. Torello partì da Genova per un viaggio lungo 13 giorni, resistendo in terza classe nelle stive in condizioni igieniche precarie e con poco cibo. Arrivato a New York prese un treno per il Texas e di qui per il New Mexico. Assolti i suoi doveri con il datore di lavoro, Torello prese in affitto dal governo degli Usa la sua prima fattoria, si sposò con la bolognese Ersilia Grandi ed ebbe 10 figli. Raggiunto dal fratello Raffaello, Torello riuscì ad ingrandire a prezzo di grandi sacrifici l’azienda, comprando macchinari, e curando in particolare l’irrigazione dei campi. Ben presto l’erba medica e il cotone sostituirono il mais e i cereali, mentre l’allevamento di bestiame divenne un’altra attività molto redditizia della fattoria. Nel 1909 Torello acquistò la sua prima fattoria. Oggi i Calvani possiedono una tenuta di 130 acri: 526 chilometri quadrati, quasi il doppio del territorio comunale di Pistoia, la città da cui Torello era partito con le pezze ai pantaloni.

Pistoia
Ai piedi dell’Appennino tra storia, natura, musica e folklore
Seducente città di antichissima fondazione, Pistoia è un posto che stupirà gli amanti dell’arte e delle tradizioni. Poeti e scrittori hanno esaltato il fascino di quella che hanno ribattezzato “città di pietra incantata” e “città dalle larghe strade e dalle belle chiese”, e in effetti il centro offre al visitatore la possibilità di addentrarsi in un percorso ricco di chiese, chiostri, palazzi ...
Approfondiscikeyboard_backspace