Conventino della Maddalena,  Fiesole
Luoghi di culto

Convento della Maddalena, Fiesole

La struttura, parte della chiesa, fu residenza di Fra' Bartolomeo nonché luogo di raccolta delle sue opere

Fiesole
Il complesso era originariamente un piccolo ospedale per i viandanti lungo la valle del Mugnone. Fu acquistato nel 1464 da Andrea di Lorenzo Cresci che lo ristrutturò e lo dotò di una chiesa nel 1477 su progetto forse di Michelozzo. Nel 1480 fu ceduto ai frati domenicani che lo adattarono a ospizio. Vi dimorò ripetutamente il pittore Fra' Bartolomeo che vi morì nel 1517 dopo avervi lasciato alcune opere.

Si tratta di un monumento visitabile di proprietà statale, che conserva le strutture architettoniche quattrocentesche della chiesa e del convento domenicano intitolato alla Maddalena e dipinti del grande pittore rinascimentale Fra Bartolomeo.

Degni di nota sono la lunetta con una Annunciazione affrescata da Fra Bartolomeo e un presepe in terracotta policroma di Andrea della Robbia. Nella cappellina della Maddalena l'affresco del Noli me tangere sempre di Fra' Bartolomeo.


Accessibilità:
Temporaneamente chiuso

Contatti:
via Faentina
Caldine
FIESOLE (FIRENZE)
Telefono: 055 5040107 (parroco di Caldine)
 
Fiesole
Antichissima città etrusca, rifugio degli uomini di lettere e degli amanti dell’arte
Una delle mete preferite da chi vuole scoprire un angolo di Toscana classica eppure silvestre e vicinissima alla città è da sempre Fiesole, dal cui colle è indimenticabile la vista sulla città del Giglio. ...
Approfondiscikeyboard_backspace