fb track
Chiesa-sant'alessandro-Lucca
Photo ©Sailko
Luoghi della fede

Chiesa di Sant'Alessandro Maggiore a Lucca

L'edificio è uno dei più entichi esempi di antica architettura romanica lucchese

Map for 43.8429197,10.502697699999999
Lucca
Piazza San Michele, 55100 Lucca LU, Italia

La Chiesa di Sant'Alessandro Maggiore a Lucca è attestata per la prima volta nell'anno 893. Nel 1071 Alessandro II, papa e vescovo di Lucca, vi fece trasferire da Roma il corpo di Sant'Alessandro I, occasione in cui fu costruita la cripta oggi interrata. La traslazione del corpo testimoniò il legame strettissimo che il pontefice aveva mantenuto con la città e la considerazione che nutriva per l'antico predecessore dal quale aveva tratto il nome.
Le straordinarie peculiarità architettoniche dell'edificio hanno destato l'attenzione della critica, che lo considera tra i capostipiti architettonici dell'XI secolo. Nel
Duecento la chiesa rivestì un ruolo di grande importanza civile, ospitando la Curia dei Foretani, cioè il tribunale del Comune di Lucca delegato a giudicare le controversie fra cittadini e contadini.
Nel XVI secolo l'edificio fu coperto con volte a crociera, la cripta fu interrata e il corpo di Sant'Alessandro venne trasferito nell'altare maggiore, nelle navate furono inoltre aperte finestre più ampie. Al 1840 risale un importante restauro della chiesa, voluto dal Duca Carlo Lodovico: gli interventi vennero diretti con sensibilità da Lorenzo Nottolini, mentre Michele Ridolfi dipinse l'abside ad encausto.

Lucca
città monumentale protetta da grandiosi bastioni, custodi di tesori unici
In molti in Toscana considerano Lucca quasi un corpo estraneo, “non è Toscana” può capitare di sentir dire da qualche fiorentino che forse si riferisce al pane (che a Lucca è salato), alla lingua (con un lessico sicuramente singolare) o al fatto (che per altro contribuisce a spiegare gli altri due) che Lucca è l’unica fra le città-stato della regione da aver conservato la propria indipendenza ...
Approfondiscikeyboard_backspace