Cenacolo
crop_originalOpere d'arte

Cenacolo del Ghirlandaio della chiesa di Ognissanti, Firenze

L’affresco centrale che ricopre interamente la parete è opera di Domenico Ghirlandaio

Borgo Ognissanti, 42

Il refettorio grande di Ognissanti è ubicato tra il primo e il secondo chiostro dell’antico convento degli Umiliati. Nella sala, in controfacciata, si apre un magnifico portale in pietra serena avente ai lati due lavabi del 1480. Nelle nicchie due affreschi con riferimento all’acqua: Sara al pozzo di Giacobbe e Mosé che fa scaturire l’acqua dalla roccia, opere seicentesche di Giuseppe Romei.

L’affresco centrale, che ricopre interamente la parete (m. 8,10 x 4), è opera di Domenico Ghirlandaio (1449-1494), che ha raggiunto qui uno dei massimi risultati della sua arte, con una rappresentazione dell’Ultima Cena pacata ma non priva di dramma: gli apostoli infatti sono raffigurati nel momento in cui Gesù preannuncia che uno di loro lo tradirà. Su richiesta dei frati committenti il Ghirlandaio abbonda nei particolari, apparentemente decorativi, ma che in realtà contengono precisi riferimenti simbolici al dramma della Passione e della Redenzione di Cristo: dalle piante sempreverdi al volo delle quaglie, dalle arance alle ciliegie, dalla colomba al pavone. Trattandosi di un affresco staccato è possibile un raffronto pittorico con la sinopia, collocata sulla parete sinistra.

 

polomuseale.firenze.it

 

Clicca qui per vedere un itinerario alla scoperta di Ghirlandaio (mappa)

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace