Castello di Malaspina di Terrarossa
location_cityArchitetture

Castello di Malaspina di Terrarossa

Un'imponente fortezza lungo la Via Francigena

Licciana Nardi
Il castello di Terrarossa rientra tra le opere fortificate erette a controllo della viabilità di fondovalle. L’insediamento di sviluppa lungo la Via Francigena nel XII secolo, mentre il grande palazzo fortificato è risalente alla seconda metà del XVI secolo per iniziativa del primo marchese di Terrarossa, Fabrizio Malaspina.

L’imponente edificio, una delle più ampie residenze malaspiniane, viene realizzato su di uno schema quadrilatero ed è dotato di quattro baluardi angolari, non tutti portati a compimento. Si articola intorno ad un cortile, cui si accede tramite un portale ad arco in conci di pietra arenaria e presenta un impianto gentilizio ricco di saloni voltati a crociera e appartamenti.

Vasti spazi erano inoltre destinati all’allevamento dei bachi da seta. I prospetti esterni, costituiti da ciotoli di fiume e pietra squadrate negli spigoli, sono semplici, animati da grandi finestrature rettangolari originariamente riquadrate da stipiti di pietra arenaria.

Recentemente restaurato ospita una foresteria, sale per convegni, e il punto di informazioni turistiche del comune.
Altre attrazioni a Licciana Nardikeyboard_backspace
Licciana Nardi
Tra le bellezze del Parco Nazionale Tosco-Emiliano, nel borgo dell'eroe Anacarsi Nardi
Il borgo e le valli di Licciana Nardi, interamente immerse nello splendido scenario del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, sono una meta ideale per gli amanti della natura, con i loro scorci paesaggistici di rara bellezza – soprattutto nella zona di Monti e all’Apella, dove l’antica torre ricorda un insediamento medioevale e nel borgo è indicata la casa natale di Anacarsi Nardi, ...
Approfondiscikeyboard_backspace