Botticelli, Nascita di Venere
crop_originalOpere d'arte

Botticelli, la nascita di Venere

Capolavoro degli Uffizi

Piazzale degli Uffizi, 6

Il Botticelli tra il 1498 e il 1540 crea una dei dipinti più significativi del Rinascimento italiano, un'opera di incredibile bellezza che lascia a bocca aperte ed è uno dei gioielli del Museo degli Uffizi. Il soggetto dell'autore è Venere,  simbolo non solo dell'unione tra la natura celeste e terrestre ma anche della rinascita della classicità e dell'anima dopo il battesimo, perciò un significato non solo classico ma anche cristiano.

La dea dell'amore mentre esce dalle acque sostenuta da una conchiglia, ai suoi lati si trovano la ninfa Ora, la quale le sta porgendo un mantello, e Zefiro abbracciato a Clori, simbolo della fecondità della vita. Venere nuda, è nell'atto di coprirsi il seno e il pube con la sua fluente chioma. Il corpo è sinuoso e longilineo, il volto incorniciato dai capelli ha un'espressione di dolcezza ma anche un'espressione di sottile malinconia.

Le figure del Botticelli hanno una bellezza ideale, dalle forme perfette e pure e dal linearismo netto. I colori sono perlacei e dalle sfumature impalpabili.






 

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace