La Riserva naturale Acquerino Cantagallo
???.icon?????????

Area Naturale Protetta d'Interesse Locale (ANPIL) dell'Alto Carigiola e Monte delle Scalette

Area caratterizzata da profonde vallate, ripidi versamenti, affioramenti rocciosi

Cantagallo

Area Naturale Protetta d'Interesse Locale da L.R. 49/95

Anno d'istituzione 2002 - Deliberazione del Consiglio del Comune di Cantagallo n. 50/02 e Deliberazione del Comune di Vernio n. 49/02

Comuni Cantagallo (PO), Vernio (PO)

Superficie 990 ettari

Gestione Comuni di Cantagallo e Vernio e Comunità Montana Val di Bisenzio

Motivi d'interesse:

la morfologia dell'area protetta è caratterizzata da profonde vallate, ripidi versanti, ed affioramenti rocciosi sulla testata delle vallate. Una tale morfologia, unita alla ricchezza di acqua, dà vita ad un sistema di ruscelli e torrenti caratterizzati dall'alternarsi di cascate e bozze d'acqua limpidissima.

Le attività umane, vista l'asprezza della zona, sono sempre state piuttosto limitate e concentrate vicino ai nuclei abitati ed alle aree coltivate (Gavigno, Alpe di Cavarzano), esse si rivolgevano soprattutto alla coltura dei boschi ed alla castanicoltura, di cui ancora oggi si trovano delle testimonianze (castagneti da frutto per la maggior parte abbandonati). Ciò ha consentito lo sviluppo di una vegetazione relativamente poco influenzata dall'uomo e quindi di rilevante interesse naturalistico.

Gran parte dell'area è coperta da dense foreste costituite, a seconda dell'esposizione e della quota, da querce caducifoglie, carpino nero, orniello, castagno, faggio. Le formazioni forestali più interessanti si trovano però nei luoghi più remoti, dove l'attività umana è stata più limitata, qui si possono rinvenire boschi in un avanzato stadio di maturità, in cui il numero di specie arboree è molto elevato ed è costituito anche da specie sensibili al disturbo antropico quali tigli, aceri, sorbi, tasso.

Oltre alle vaste estensioni boscate, sulla testata delle vallate, si riscontrano anche delle praterie.

Accessi:

gli accessi principali e consigliati sono due: Gavigno e l'Alpe di Cavarzano.

- Gavigno - per chi proviene dal versante toscano, da Prato, prendere la S.R. 325 per Vaiano e Vernio e giungere fino a quest'ultima località. Quindi deviare verso sinistra e seguire per Luicciana e Cantagallo, ma, alcuni km prima di arrivare in tali località, svoltare a destra seguendo le indicazioni per Gavigno. Per chi proviene dal versante emiliano si consiglia di prendere l?autostrada A1 in direzione sud ed uscire a Roncobilaccio, da qui seguire per Castiglione dei Pepoli, quindi prendere la S.R. 325 per Montepiano ed una volta arrivati a Vernio deviare verso destra e seguire per Cantagallo come già spiegato.

- Alpe di Cavarzano - per chi proviene dal versante toscano, da Prato, prendere la S.R. 325 per Vaiano e Vernio e giungere fino a quest'ultima località. Quindi deviare verso sinistra e seguire per Cavarzano, una volta arrivati al paese proseguire la strada principale seguendo le indicazioni per l'Alpe di Cavarzano. Per chi proviene dal versante emiliano si consiglia di prendere l?autostrada A1 in direzione sud ed uscire a Roncobilaccio, da qui seguire per Castiglione dei Pepoli, quindi prendere la S.R. 325 per Montepiano ed una volta arrivati a Vernio deviare verso destra e seguire per Cavarzano come già spiegato.

Attrezzature per la fruizione:

- Sentieristica - l'area è attraversata dalla rete sentieristica CAI, fra cui il sentiero 00 (sentiero Italia) che percorre il crinale appenninico di tutta l'Italia.

Informazioni:

Provincia di Prato 0574 534331

areeprotette@provincia.prato.it

Comune di Cantagallo 0574 95681

www.comune.cantagallo.po.it

Comunità Montana Val di Bisenzio 0574 931211

www.cmvaldibisenzio.it

Comune di Vernio 0574 931011

www.comune.vernio.po.it


(Articolo a cura della Provincia di Prato)

Cantagallo
Per una vacanza all'insegna dello sport
L'abitato che dà il nome al Comune è situato nella valle del Rio Ceppeta, alle sorgenti del fiume Bisenzio, circondato dalle verdeggianti montagne dell'Appennino tosco-emiliano. Il borgo medievale di Cantagallo, totalmente distrutto durante la seconda guerra mondiale, rappresenta una base ideale per le escursioni sui monti circostanti da cui si godono ampie vedute panoramiche. ...
Approfondiscikeyboard_backspace