La Querciola
natureElementi naturalistici

Area della Querciola: un’oasi nella piana Pistoiese

Un eccellente habitat per numerose specie di uccelli

Agliana

Chi visita quest'area naturale si rende immediatamente conto della diversità del paesaggio rispetto al resto della pianura circostante. Infatti quest'area non ha subito la trasformazione che ha caratterizzato tutta la piana pistoiese dagli anni 70. Preservata quindi da un intervento forte dell'uomo, riveste oggi un'importante testimonianza naturalistica. Gli specchi d'acqua e principalmente i laghi di Zela e di Bigiana sono un eccellente habitat per numerose specie di uccelli; alcuni nidificano, altri arrivano per cacciare, e molti stormi fanno le loro soste nei loro viaggi. Cicogne, aironi, aironi rossi, garzette, cavalieri di Italia, falchi delle palude popolano la Querciola. L'accesso all'area deve essere concordato con l'Assessorato all'Ambiente del Comune di Quarrata. Si consiglia di indossare una abbigliamento adeguato alla stagione (comunque sempre pantaloni lunghi) e calzature da campagna comode e chiuse. Non dimenticare il binocolo e la macchina fotografica, ricordando che è assolutamente vietato usare il flash per non disturbare gli animali.

(Articolo a cura di: Consorzio dei comuni dell'area del Montalbano)

Agliana
Frazioni a misura d'uomo e oasi naturali nel cuore piana pistoiese
Il territorio di Agliana, dalla singolare forma quadrilatera delimitata dal corso dei torrenti Bure, Calice, Ombrone e Brana, si declina nella presenza e nella vitalità delle frazioni di Spedalino, San Piero, San Niccolò e San Michele, non essendo Agliana altro che il toponimo che definisce l’intera compagine comunale. ...
Approfondiscikeyboard_backspace