Giulio
account_balanceMusei

Archivio della Ceramica Contemporanea

Il progetto di un Archivio della produzione ceramica contemporanea nasce nel 1993, quando il Comune di Montelupo Fiorentino affida un primo incarico a Marina Vignozzi Paszkowski.

Montelupo Fiorentino

Il progetto iniziale mirava a documentare la produzione ceramica di Montelupo e dei comuni limitrofi, nel periodo che va dalla seconda metà dell’Ottocento agli anni Sessanta del Novecento. Le difficoltà nel reperimento di informazioni, documenti e manufatti, hanno consigliato di limitare l’area di studio a quei laboratori che hanno svolto o svolgono un ruolo culturale, artistico e industriale di rilievo. In questi ambienti si è intervenuto a recuperare i preziosi materiali cartacei e i manufatti, e a raccogliere delle testimonianze orali.
Numerosi sono stati i contatti con ceramisti e addetti ai lavori, come Aldo Londi, Alvino Bagni, Luciano Mancioli, Vittoriano Bitossi, gli eredi Fanciullacci; contatti che hanno portato alla donazione di un cospicuo numero di manufatti e di materiale documentario, che si è aggiunto a precedenti donazioni come quella di Bruno Bagnoli, Tolmino Bellucci.
Questi primi 10 anni di attività sono stati anche dedicati alla sensibilizzazione del pubblico ed alla rivalutazione del patrimonio produttivo, attraverso numerosi incontri ed esposizioni.
Al patrocinio del Comune si è poi affiancato l’intervento dei privati, e soprattutto delle aziende, quali Mancioli e Bitossi. La Mancioli ha pubblicato la storia della manifattura ed effettuato il recupero e la sistemazione dei principali manufatti e della "linea" della propria produzione dal 1946 al 1999. La Bitossi ha avviato la creazione dell’Archivio Industriale della Ceramica Bitossi, che vede ad oggi raccolto circa 7000 pezzi oltre a numerosi documenti cartacei e fotografici.
Il patrimonio dell’Archivio della Ceramica Contemporanea di Montelupo Fiorentino raccoglie oggi le ceramiche donate da Alvino Bagni, Luciano Mancioli; dai Fratelli Fanciullacci, dalla Manifattura Bitossi Flavia. Alle ceramiche si aggiungono gli spolveri, i cataloghi di produzione, le fotografie, i disegni e documenti.
L’Archivio non ha ancora una sede propria. Per ulteriori informazioni contattare Marina Vignozzi Paszkowski presso la Fondazione Museo Montelupo.

Le pubblicazioni curate da Marina Vignozzi per l’Archivio:

Le ceramiche degli anni ’50 e ’60
Montelupo giugno 1994 / Un'eclettica esposizione di prodotti di vari laboratori e singoli ceramisti di Montelupo appartenenti a collezioni private

Alvino Bagni Storia di una manifattura artistica 1960-1995
Montelupo, marzo 1996 / Un omaggio alla manifattura lastrigiana che ha rappresentato un vero e proprio spaccato di storia della ceramica del novecento, una fabbrica atelier

Dedicato a Eva Zeisel
Montelupo, giugno 1995 / La ceramista ungherese e di adozione americana lavorò nella manifattura Mancioli tra il 1958 e il 1960, lasciando alcuni eccellenti esempi della propria creatività

Omaggio a Fernando Farulli
Montelupo, giugno 1996 / Omaggio al pittore fiorentino che ha collaborato per molti anni con la ditta Mancioli, sperimentando forme e decori, e creato la caffettiera Letizia o la serie Oven King

Maioliche artistiche Guido Bitossi dal 1921 ad oggi
Montelupo, giugno 1995 / Vengono esposti i pezzi salienti di un’attività incessante, sensibile al cambiamento di gusto e alle necessità produttive, senza niente togliere alla freschezza d’immagine o ai riferimenti al passato, spesso precorritrice dei tempi.

Le ceramiche Cacciapuoti
Montelupo, ottobre 1997 / Inconsueta e preziosa occasione di vedere riuniti ed esposti più di 80 manufatti della produzione dei "maiolicari napoletani", trasferitasi nei primi del novecento a Milano.

I Fanciullacci, maestri ceramisti da Doccia a Montelupo
Montelupo e Capraia, giugno 1997 / Occasione di conoscere il cammino di maestri artigiani che hanno svolto un ruolo determinante nella storia della ceramica di Montelupo, introducendo innovazioni decorative e stilistiche e riproponendo dopo più di un secolo buio forme e stili antichi

Antonio Manzi. Ceramiche per amore
Montelupo, giugno 1997 / Pittore, scultore e ceramista nel quotidiano rinnovarsi aggiunge il proprio "mondo" dai colori variopinti a vasi, piatti, apportandoli una particolare magia

Manifattura Mancioli. Dalla maiolica alla porcellana
Montelupo, giugno 2002 / Il lavoro svolto per la pubblicazione del volume omonimo (1999) ha offerto l’occasione per ripercorrere le tappe dell’azienda Mancioli, una delle più efficienti e rappresentative produzioni di Montelupo nella seconda metà del novecento, dalla produzione artigianale in maiolica sino alla porcellana da tavola
(Articolo a cura dell' Associazione Terre di Toscana)

Montelupo Fiorentino
Un viaggio nell'artigianato fra tradizione e innovazione
Il territorio del borgo si trova sopra un'area archeologica molto importante, qui sono stati ritrovati reperti che risalgono dalla preistoria fino agli etruschi e ai romani. Lo sviluppo della città si ha nel Medioevo con la costruzione del castello e con la specializzazione della produzione di ceramiche, una tradizione molto rinomata ancora fino ad oggi. ...
Approfondiscikeyboard_backspace