Annunciazione alla presenza di San Giuliano
crop_originalOpere d'arte

Annunciazione alla presenza di San Giuliano, Filippi Lippi

Opera nel Museo Civico di Prato

Prato

Opera da collocare negli anni Sessanta del '400 della fase matura del Lippi. Tavoletta che rappresenta la scena dell'Annunciazione. La Vergine, collocata sul lato destro del quadro è in una posizione devozionale, con le mani congiunte e lo sguardo rivolto verso l'alto. Davanti a lei stanno l'Arcangelo Gabriele inginocchiato e San Giuliano. Il vestito di Maria dai colori rosso porpora e blu cobalto è impreziosito da rifiniture e dettagli dorati. La scena è rappresentata all'interno di un abitato e gli archi della sala proiettano lo sguardo in un altro ambiente, la geometria del pavimento aumenta il senso di profondità.

 

Con precisione non sappiamo chi fosse il committente di quest'opera, se lo Spedale di San Giuliano, patrono degli Spedalinghi come parte di un altarolo privato o lo Spedale della Misericordia dove l'artista ha soggiornato  nel 1455, realizzando questi lavori in cambio dell'affitto.

 

Troviamo una versione quasi identica di Fra Diamante nel Musée du Petit Palais di Avignone e una  tardiva replica di scuola locale nel Museo dell'Opera del Duomo di Prato.

 

 

 

 

 


 

Prato
Dal Medioevo all'avanguardia in una città da scoprire
Una città che non mancherà di stupire gli amanti delle destinazioni meno inflazionate è Prato. In molti infatti, anche a causa di come il luogo viene spesso presentato sulla stampa, si stupiranno, visitandolo, di scoprire un centro storico elegante e ben conservato, all’altezza dei nuclei medievali di tante delle più note città toscane. ...
Approfondiscikeyboard_backspace