Anchise Picchi
account_circlePersonaggi storici

Anchise Picchi: nelle sue opere l'anima di Collesalvetti

Scoprire il territorio attraverso i suoi lavori

Collesalvetti

L'artista, nasce a Crespina nel 1911, fin da subito dimostra di avere una grande capacità nell'arte, infatti già  da bambino inizia a disegnare a carbone sui muri di casa con figure di animali e persone della famiglia. Durante gli anni '20 si trasferisce con la sua famiglia a Collesalvetti, frequentando la scuola per pittori e decoratori e consocendo numerosi pittori e scultori. Anche se studia l'arte classica e dei macchiaioli opera con uno stile del tutto personale usando svariate tecniche, tra cui lin particolare a tecnica mista, realizzando così soggettia impronta iperrealista, mediata da un sentimento divisionista e da una concezione luministica delle masse e dei personaggi.


Il soggetto principale è la figura umana legata strettamente con il paesaggio e l'ambiente agreste, la quale si riferisce alla campagna toscana in cui l'artista ha sempre vissuto. Questa tematica si riferisce alla fragilità dell'uomo di fronte alle sfide della vita e dell'ambiente. Altro soggetto è la natura morta con sfondi paesaggistici, soggetti sacri, incendi, emarginati e deboli. Nella scultura usa molto il bassorilievo e l'altorilievo, utilizzando come materiali: il legno, il bronzo e la ceramica. Nei suoi lavori c'è anche una vastissima produzione grafica di disegni e di incisioni, sia a carboncino che a penna, sia in bianco e nero che colorati. Muore in questa cittadina nel 2007, lasciando il vuoto di un grande artista.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Collesalvetti
Un territorio da scoprire immerso nella natura mediterranea
Un prezioso scenario ambientale fa da sfondo al comune di Collesalvetti, antico centro romano, poi feudo medievale ed importante villaggio agricolo, immerso nella campagna, tra le colline, i boschi ed una ricca vegetazione mediterranea. ...
Approfondiscikeyboard_backspace