Barberino Val d'Elsa

Alla scoperta del borgo di Barberino Val d'Elsa

Un itinerario per scoprire le piazze e i quartieri della città

Una volta entrati nel borgo dalla Porta Senese, a sinistra troviamo un nobile palazzo: è il Palazzo detto del Il Borgo - Palazzo trecentescoCardinale che reca sulla porta d'ingresso uno stemma con le api, quello appunto dei Barberini, la potente famiglia di Papa Urbano VIII. All'interno un pittoresco cortile con pozzo circolare e salone di rappresentanza. A destra della porta si trova un altro palazzo trecentesco eretto sulle mura orientali ed oggi trasformato in fattoria.

Proseguendo per la via principale, sulla destra incontriamo il bel Palazzo Pretorio, attualmente propositura di S. Bartolomeo, con facciata rinascimentale adorna di stemmi gentilizi appartenuti ai Podestà fino al secolo XV. I trentacinque stemmi della facciata appartengono alle famiglie più importanti di Firenze e sono perlopiù scolpiti in pietra serena.

Dalla parte opposta della piazza si apre un edificio con loggia la cui funzione era quella tipica delle logge comunali di spazio pubblico di rappresentanza, di riunione e anche di mercato coperto. La propositura di Barberino ha subito il Borgo - edifcio con loggianotevoli cambiamenti nel corso dei secoli fino ad essere radicalmente trasformata nel 1910 Il Borgo - statua Francesco da Barberinodall'architetto fiorentino Castellucci che ne ha mutato anche l'orientamento della facciata dalla piazza principale sulla valle. Un interessante resto della vecchia chiesa è la croce scolpita e racchiusa in un tondo dell'architrave esterno della porta principale. All'interno si possono ammirare alcuni frammenti di affresco del XIV-XV secolo, un busto in bronzo del Beato Davanzato e la salma dello stesso.

Nei pressi della porta fiorentina si trova lo Spedale dei Pellegrini di cui si conservano alcuni affreschi e una lapide in pietra. Restaurato recentemente, l'edificio ospita oggi i locali della Biblioteca Comunale.

Recentemente nella piazza antistante il Comune è stata posta una statua in ricordo dello scrittore trecentesco Francesco da Barberino a cui il nostro paese diede i natali, opera dello scultore tedesco Quirin Roth.

(Fonte Comune barberino Val d'Elsa)
&
Scopri questa zona turistica
Val D'Elsa
L'importanza strategica della Val d’Elsa sta tutta nei suoi percorsi. È contemporaneamente la porta del mare, il sentiero del sacro, l’arteria che fa scorrere la toscanità da Firenze a Siena. ...
Scopri Val D'Elsakeyboard_backspace